Ipertrofia prostatica benigna
Home Salute Patologie Ipertrofia prostatica benigna Informazioni sul trattamento

Informazioni sul trattamento

Watchful waiting

In caso di una prostata di dimensioni aumentate (BPE) con disturbi delle basse vie urinarie (LUTS) di grado lieve/moderato, il paziente potrebbe non aver bisogno di farmaci o operazioni chirurgiche. L’urologo spiegherà al paziente la natura dei suoi disturbi, come potrebbero evolvere e come modificare il suo stile di vita in modo da ridurre i sintomi e provare a superarli. L’urologo continuerà a seguire il paziente nel corso dei mesi o degli anni successivi e inizierà un trattamento attivo, se necessario. 


La terapia comportamentale, ovvero dettata da cambiamenti attivi nello stile di vita, insieme a dei controlli periodici, sono la scelta raccomandata se i sintomi sono lievi/moderati e la qualità di vita non ne è significativamente inficiata. Potrebbe sembrare un approccio passivo ed attendista ma, effettuando regolari controlli, si possono monitorare le condizioni di salute del paziente essendo pronti ad interventi terapeutici non appena si ritengano necessari.

Alla maggior parte dei pazienti con LUTS e BPE viene consigliato di effettuare una visita prima di iniziare qualsiasi tipo di trattamento e ad eventuale terapia in corso così da verificare l’impatto della terapia sui disturbi delle basse vie urinarie. Alcuni sintomi potrebbero scomparire molto velocemente mentre altri potrebbero persistere per anni.


Una visita di controllo prevede:

  • Valutazione dei sintomi
  • Esame obiettivo ed eventuali controlli strumentali
  • Valutazione di analisi del sangue e delle urine
  • Valutazione di come il paziente stia cercando di imparare a convivere con la sua sintomatologia
  • Supporto e conforto
  • Suggerimenti sullo stile di vita, e sull’ auto-gestione dei disturbi

 

Consigli per un buon stile di vita

  • Bere almeno 1 litro e mezzo di acqua al giorno e discutere con il proprio medico della possibilità di bere di più
  • Bere una quantità maggiore di liquidi d’estate, ma anche se si vive in zone calde o se si fa molto esercizio fisico
  • Bere di meno durante lunghi viaggi
  • Bere di meno la sera per evitare di urinare 2/3 volte durante la notte
  • Evitare alcol e caffeina, in quanto aumentano la produzione di urina e risultano avere una azione irritante sulla vescica
  • Provare a fare esercizio fisico 2 o 3 volte a settimana. 
  • Seguire una dieta varia e bilanciata
  • L'umidità ed il freddo possono incrementare il bisogno di urinare e causare un'infezione delle vie urinarie.
  • Talvolta, durante la minzione, l'urina può essere emessa a “spruzzo”, bagnando la tavoletta del water o il pavimento. Alcuni uomini preferiscono urinare da seduti per evitare il problema, invece altri preferiscono urinare in un recipiente e svuotarlo nel water

 

Autogestione

A parte i consigli generali sullo stile di vita è possibile tenere sotto controllo i propri sintomi causati dalla BPE nella vita quotidiana. L'autogestione dei propri sintomi può aiutare a trovare dei validi espedienti che consentano al paziente di stabilizzare i propri disturbi. 

  • Svuotare completamente la vescica durante la minzione. Potrebbe essere utile sedersi.
  • Qualora ci fosse la sensazione di non aver completamente svuotato la vescica, riprovare ad urinare dopo 5 minuti
  • Utilizzare un piccolo assorbente per evitare di bagnare la propria biancheria intima se presente lieve incontinenza
  • Dopo aver urinato, fare pressione sullo scroto con le dita dentro l'uretra e quindi scorrere con le dita dalla base alla punta del pene per favorire la completa fuoriuscita dell'urina. Ciò ti permetterà di non bagnare gli indumenti intimi.
  • Fare esercizi di respirazione per distrarre la mente dal bisogno di urinare.
  • Fare pressione sul pene o sul perineo per spostare l'attenzione dalla minzione.
  • Provare a ritardare o ad allungare i tempi di attesa quando si avverte l'urgenza di urinare. Questo eserciterà la vescica a trattenere l'urina più a lungo.
  • Evitare una cattiva alimentazione e seguire una dieta corretta.
  • Evitare un'esposizione improvvisa al freddo
  • Tenere un diario minzionale.