Entra in Area Pazienti Pagina Facebook della Siu Pagina Twitter della Siu

Criptorchidismo

Si definisce criptorchidismo la mancata discesa del testicolo nel sacco scrotale. Durante la vita intrauterina, infatti, il testicolo origina nell’addome, in prossimità del rene e, alla 12a settimana di gestazione, si trova già nei pressi del canale inguinale. Con il completo attraversamento del canale inguinale il testicolo alla nascita raggiunge lo scroto. Il criptorchidismo è l’anomalia più frequente dell’apparato genitale maschile e può associarsi ad altre anomalie del tratto genito-urinario.
 Le cause sono da ricercarsi in fattori ormonali, genetici e meccanici che influiscono sulla migrazione testicolare. La sede più frequente è il canale inguinale mentre più rari sono i casi di testicoli ritenuti in addome.
 Il criptorchidismo porta ad una alterazione del funzionamento del testicolo e ad un rischio di sviluppare tumori. L'iter terapeutico del criptorchidismo prevede che il testicolo venga riportato all'interno dello scroto precocemente (entro il biennio di vita) con un trattamento medico e/o chirurgico appropriato, in modo da salvaguardarne la sua funzionalità e da evitare che vada incontro ad una degenerazione neoplastica.
 

Pubblicato il 04/10/2011 - visto 2288 volte