Entra in Area Pazienti Pagina Facebook della Siu Pagina Twitter della Siu

IMAGING IN ONCOLOGIA VESCICALE E RENALE

Il ruolo dell’imaging in ambito di oncologia urologica riveste da sempre un grande interesse.
Per quello che riguarda la neoplasia vescicale (oltre 300.000 nuovi casi e 5° causa di morte nel mondo), l’utilizzo delle metodiche di imaging per un’accurata stadiazione della malattia è fondamentale ai fini della strategia terapeutica più indicata per ogni singolo paziente. Accanto a metodiche comunemente utilizzate nella pratica clinica quotidiana per la stadiazione locale, quali TC e RM, ad oggi risultano disponibili altre metodiche quali DCE-DWI RM e FDG-PET/TC utili soprattutto in termini di stadiazione linfonodale, diagnosi di metastasi a distanza e valutazione della risposta dopo chemioterapia nell’ambito di protocolli di bladder-sparing. Il reale impatto clinico delle nuove tecniche disponibili non è ancora del tutto chiaro dal momento che le evidenze a nostra disposizione sono il risultato di casistiche limitate.
Per il tumore del rene, l’imaging, grazie ad una maggiore accuratezza diagnostica e ad un più precoce riconoscimento delle forme di piccolo volume, ha notevolmente contribuito a cambiare l’approccio terapeutico, con individuazione di strategie quali sorveglianza attiva e ablazione, divenute sempre più motivi di confronto e dibattito.
Il corso si pone come obiettivo quello di definire in maniera chiara lo stato dell’arte ai fini di stabilire le corrette indicazioni, valutare attentamente il costo-beneficio e limitare il sovra utilizzo di alcune metodiche, prospettando, inoltre, i possibili scenari futuri sull’imaging della neoplasia vescicale e approfondendo l’approccio strumentale alla neoplasia renale nell’ambito delle diverse strategie di trattamento con particolare attenzione al follow-up dopo terapia conservativa.


Categoria: Corsi Congressuali 2015


Elenco delle sessioni del corso

Selezionare una delle seguenti sessioni per prenotare l'iscrizione:

Data Inizio Data Fine Sede