Entra in Area Pazienti Pagina Facebook della Siu Pagina Twitter della Siu

Sei in: Medico Risponde

Stampa

Medico Risponde

Richiesta nominativo specialista

Argomento: Ricostruzione della vescica, derivazioni urinarie

Domanda

Sono la moglie di un paziente oncologico di 69 anni, residente a Roma, in cura presso l'ospedale Gemelli dal 2011 per un tumore del colon retto, inizialmente trattato con un intervento chirurgico ed oggi in cura per metastasi ai polmoni. La problematica riguarda una complicanza sopraggiunta dopo l'intervento al colon-retto e prostata eseguito nel 2011. Si tratta di una fistola uretro vescicale che permane a tutt'oggi, con la conseguenza che mio marito è costretto all'uso di un catetere urinario e di pannoloni per fuoriuscita di urina nella zona sacro coccigea, oltre alla presenza periodica di infezione in assenza di febbre. Finora i reparti che stanno seguendo mio marito non hanno proposto alcuna soluzione al problema, che però sta diventando cruciale per il proseguimento del trattamento oncologico. Vorrei conoscere il nome di un urologo al quale rivolgerci. Per ulteriori informazioni potrei inviare l'ultimo referto TAC. In attesa di un vostro riscontro. Saluti


Leggi la risposta >>


Consulto

Argomento: Resezione endoscopica di lesioni vescicali - TURB

Domanda

Buona sera dottore, in sintesi le riassumo il mio problema. Nel2013 diagnosticato carcinoma vescicale t1g3 alto grado , effettuato turb, dopo 1mese iniziato ciclo con il Bcg 1alla sttimana per 6settimane, dopo ciclo di mantenimento. Dopo varie turb e turp ho avuto 4 recidive vescicale di grado t1g2, ultima turb e turp Maggio 2017. On esito istologico : carcinoma vescicale a cellule uroteliali con pattern di crescita papillaredi basso grado, (Pta). Frustoli di parenchima prostatico con marcata iperplasia stromale. In conclusione vorrei sapere un suo parere in quanto dopo varie recidive il mio urologo mi ha proposto la cistectomia. Grazie viva mente resto in attesa du una sua risposta


Leggi la risposta >>


Emissione frammento dopo Turbt

Argomento: Resezione endoscopica di lesioni vescicali - TURB

Domanda

Ho 37 anni.2mesi fa ho cominciato ad avere problemi di ematuria,con emissione di frammenti biologici.Mi sono attivato con visita dal medico curante,esame urine, ecografia,tac. risultato:presenza di massa vegetante di 26x24x17 mm in corrispondenza della parete postero laterale sinistra della vescica. Ho subito intervento di TURBT il giorno 3/5/2017.Esame istologico:rimozione di neoplasia vegetante a larga base di impianto di circa 3cm.Diagnosi:frammenti di carcinoma uroteliale papillare di basso grado della vescica (sec WHO ISUP),G1 (sec Mostofi),non infiltrante il corion suburoteliale(pTA);fasci di tonaca propria esenti da neoplasia;frammento di parete vescicale esente da neoplasia.hanno consigliato cistoscopia di follow up tra 3mesi e nessun trattamento chemioterapico. A vostro parere è corretto non eseguire chemio? Inoltre,ieri sera ho espulso nuovamente un frammento biologico grigiastro durante la minzione.Non mi succedeva da prima dell'intervento.Cosa può voler dire?


Leggi la risposta >>


metodi di refertazione psa

Argomento: Marcatori della prostata e PSA

Domanda

salve mio padre,75 anni,soffre da 5 di ipb con iniziale prostatite acuta e psa iniziale a 27 sceso a 2 subito dopo la terapia e poi rimasto molto altalenante nel tempo....da 4 a 6 poi a 7 e di nuovo giu'. A febbraio il psa era salito a 8 nello stesso laboratorio dopo tre mesi è risalito a 9,8 e dopo 20 giorni in un altro sceso a 8,8...con valori di psa free con metodo WHO a 2,46 e con ECLIA a 0,54 come sono possibili differenze cosi' marcate? Siamo tanto preoccupati all'esplorazione è stata riscontrata ghiandola molto infiammata e a eco addome p aumentata di volume di 39ml con adenoma e residuo minzionale.


Leggi la risposta >>


risultati biopsia prostatica

Argomento: Biopsia prostatica, tumori della prostata, prostatectomia radicale

Domanda

Buongiorno dottore, a seguito psa elevato e dolori testicolari ho effettuato biopsia prostatica con la seguente diagnosi:"frustoli agobioptici di parenchima prostatico sede di prostatite cronica e iperplasia ghiandolare. Ora ho finito di prendere antibiotico Cefixima 400 prescritto dall'urologo. Sono in attesa di nuovo appuntamento.Mi devo preoccupare? Dovrò prendere medicinali per tutta la vita(oggi ho 45 anni)? Grazie e saluti.


Leggi la risposta >>


come procedere?

Argomento: Marcatori della prostata e PSA

Domanda

Buongiorno, ho appena ritirato il mio referto, ho 52 anni. PSA 3,44, Free PSA 6,2, ratio 0,18. Cosa indicano questi valori? dovrei procedere con una biopsia? spero in una celere risposta, grazie infinite


Leggi la risposta >>


adenocarcinoma acinare

Argomento: Biopsia prostatica, tumori della prostata, prostatectomia radicale

Domanda

Spett.li dottori ho 67 anni da una biopsia risulta che su venti frustoli sei sono interessati da neoplasia, due di questi, riferiti al lobo sinistro, hanno un punteggio Gleason di 4+4 per un'estensione di mm3 su 50 complessivi, gli altri quattro sono 3+4 e l'esplorazione rettale è negativa; vi richiederei quanto sono pericolosi e entro quanto tempo è lecito farsi operare Con i più sentiti ringraziamenti Antonio


Leggi la risposta >>


radioterapia dopo prostatectomia radicale.

Argomento: Biopsia prostatica, tumori della prostata, prostatectomia radicale

Domanda

Buongiorno, mio padre 71 anni ha subito lo scorso ottobre una prostatectomia radicale per carcinoma alla prostata. L'esito della biopsia è il seguente: pt3a R1 EPE+. Non ha fatto nessun ciclo di radioterapia e nemmeno cure ormonali. Il PSA è il seguente: Dicembre: 0,05 Gennaio: 0.05 marzo: 0,03 maggio: 0,07 Ho visto che anche se il PSA è molto basso però negli ultimi mesi è raddoppiato. Voi cosa ci consigliate di fare? L'aumento del PSA è indice di una recidiva locale? Inoltre negli esami delle urine del mese di maggio sono state riscontrate tracce di emoglobina. Grazie mille.


Leggi la risposta >>


radioterapia dopo prostatectomia radicale.

Argomento: Biopsia prostatica, tumori della prostata, prostatectomia radicale

Domanda

Buon pomeriggio, mio padre di 71 anni ha subito lo scorso ottobre una prostatectomia radicale per carcinoma alla prostata. L'esito della biopsia è il seguente: pt3a R1 EPE+ Gleason 7(4+3) Adenocarcinoma (circa 1,3 cm) sede a carico del lobo sinistro; infiltrante sul margine di sezione dei tessuti molli. Non ha fatto nessuna terapia fino ad oggi. Il PSA è il seguente: dicembre/16: 0,05; gennaio/17: 0,04 marzo/17: 0,03; maggio/17: 0,07. Anche se il PSA è basso però è raddoppiato negli ultimi mesi. Ciò è indice di recidiva locale? Cosa dobbiamo fare? Grazie mille.


Leggi la risposta >>


PSA elevato in persona con storia di prostatite e ipertrofia

Argomento: Marcatori della prostata e PSA

Domanda

Salve dottore, sono la figlia di un paziente di 75 anni che hau na storia da 5 anni di problemi alla prostata..partì con psa di 25.. dopo cura ritorno' nella norma ma dopo un pò si rialzava; all'ultimo eco addome la prostata risulta di 39 ml con residuo minzionale e adenoma; il psa è 9,8 il psa free è 2,46 e il rapporto è 25%. All'esplorazione l'urologo ha trovato la prostata nuovamente infiammata . cosa mi consiglia? Grazie


Leggi la risposta >>


Sangue urine

Argomento: Biopsia prostatica, tumori della prostata, prostatectomia radicale

Domanda

Buongiorno, Le faccio questa domanda perché sono preoccupato . 10giorni fa ho fatto eco transettale con biopsia , referto che avrò tra un mese. La mia domanda è la seguente.. oggi dopo aver defecato ho notato alcune goccioline di sangue color scuro uscire dal pene. Normale o devo correre subito in PS? Grazie.


Leggi la risposta >>


PSA ballerino att.ne dr. Cindolo

Argomento: Marcatori della prostata e PSA

Domanda

Egr. dottore La ringrazio per la cortese sollecitudine. Ho 65 anni e non ho vergogna a confessare che da un anno vivo in una condizione di ansia per i valori altalenanti del PSA uniti alla sintomatologia disurica di cui ho scritto. Mi tiene in allarme il valore del rapporto stabilmente basso (11%)a cui qualche urologo dà molta importanza. Eco addome e transrettale sono stati sempre tranquillizzanti. Ma da quando mi è stata prospettata la biopsia non dormo sonni tranquilli vuoi per la paura legata alla procedura e alle sue complicanze vuoi per i possibili esiti. Dovendo optare per la biopsia è preferibile l'approccio transrettale o quello transperineale? Grazie


Leggi la risposta >>


PSA ballerino e

Argomento: Marcatori della prostata e PSA

Domanda

Afflitto da PSA "ballerino" che in 1 anno è partito da 2,72 ng/mL (6/2016) per arrivare a 4,1 (10/2016) scendere a 2,58 (12/2016) risalire a 4,5 (4/2017) e riscendere a 3,1 (5/2017) con rapp. stabilmente intorno a 11%;RM multiparametrica che parla di "aree di tenue ipointensità in T2 cui non corrispondono aree a diffusione ristretta riferibili in prima ipotesi ad esiti flogistici" (ottobre 2016);consultati vari urologi che si sono pronunciati per prostatite e prescritto vari cicli di trattamento, un urologo dando peraltro indicazione per biopsia che temo; ansia stabile;letto "Il grande inganno sulla prostata" di R.Ablin lo scopritore del PSA che ha alimentato ancora di più dubbi e perplessità sono a chiedere un parere sulla mia condizione, sulle problematiche sollevate dal volume e sulle preferenze tra bio transrettale e transperineale.Certo è che la vita delle persone interessate è in ogni caso stravolta dal PSA sia che biopsie risultino positive che negative.Grazie


Leggi la risposta >>


Inizio induzione BCG

Argomento: Instillazioni endovescicali, BCG

Domanda

Buonasera Dottore, ho avuto diversi carcinoma uroteliale superficiale recidivante, il primo a Ottobre 2015 di 6 cm turbk ca basso grado ricomparsi successivamente altre 4 volte sempre con turbk papillare a basso grado,in ospedale a Milano mi hanno consigliato di fare 6 cicli di induzioni BCG presso un ospedale qui in Sicilia iniziati ieri. Volevo gentilmente sapere come mai non ho ancora avuto il minimo segno collaterale da BCG dopo 22 ore? Perché ho il leggero sospetto che non abbiano iniettato il farmaco per mancanza di disponibilità vista la carenza. Oppure è solo una mia impressione? Poi non ci sono alterazioni del colore in urina. Mi sembra molto strano non avere neppure un po' di infiammazione, dolore o febbre. Non che questo non mi faccia piacere ma vorrei capire qualcosa in più a riguardo. La ringrazio infinitamente per una sua gentile risposta. Cordiali saluti.


Leggi la risposta >>


PSA alto

Argomento: Marcatori della prostata e PSA

Domanda

Buon giorno Il PSA tot è 6.06 e il rapporto con PSA libero 16,5 (val normale >20) ad un test di tre mesi fa PSA 5 e il mese scorso PSA 7 finora era sempre normale a volte c’è pollachiuria a volte bruciore prima o inizio della minzione ho 72 anni vorrei un suo parere anche se mi è chiaro che devo vedere un urologo Grazie


Leggi la risposta >>


info

Argomento: Biopsia prostatica, tumori della prostata, prostatectomia radicale

Domanda

buonasera, da un paio di anni soffro di bruciori dopo la minzione e raramente fastidio localizzato alla prostata .in questi 2 anni ho fatto vari esami psa risultati sempre tra 2,5 a 3,5 circa. esplorazione rettale non presenta noduli, ecografia ok e uroflussometria ok,nella risonanza magnetica parametrica risulta un po di ipertrofia e flogosi croniche poi quello che mi preoccupa di più ,è presente area nodulare ipontensa di max 1 cm con ristretta diffusiva protonica senza vascolarizzazione ghiandolare, ma di caratteristiche dubbie(pi rads 3).ho 46 anni secondo lei ce la possibilità del tumore?procedo con la biopsia mirata? grazie mille buona serata!!


Leggi la risposta >>


Scelta tra Prostatectomia radicale e radioterapia - Urgente

Argomento: Biopsia prostatica, tumori della prostata, prostatectomia radicale

Domanda

Buongiorno, a mio padre di 71 anni è stato diagnosticato tumore alla prostata, nodulo marcatamente T2 di circa 12 mm nell'estremo versante annteriore paramediana destro della ghiandola prostatica, superiormente sconfinante di circa 5 mm oltre la pseudocapsula e in apparente contatto con la parete della base vescicale e chiazza moderatamente T2 a sinistra della ghiandola a livello mediano, non sicure immagini linfadenopatiche immediatamente locoregionali. L'urologo ha consigliato, data l'età e dato il piccolo sconfinamento la radioterapia. Io mi chiedo se non sia meglio l'intervento che rimuove tutto e se è percorribile nel suo caso e eventualmente se meglio con robot o con tecnica laparoscopica. Ha fatto biopsia, risonanza e tac, dagli esami ha un PSA 8,4 (perggiorato di oltre 3 punti in due mesi) e domani dovrebbe iniziare la radioterapia. Vi prego di fornirmi qualche utile indicazione. Grazie


Leggi la risposta >>


VALORI PSA

Argomento: Marcatori della prostata e PSA

Domanda

NEGLI ULTIMI 7 ANNI ALMENO 2 VOLTE ALL'ANNO HO PROBLEMI DI EMOSPERMIA RISOLVIBILE CON CURA DI ANTIBIODICI HO FATTO VARI ESAMI TRA CUI ADDOME COMPLETO ECOGRAFIA PROSTATICA ECOGRAFIA PROSTATICA TRANSRETTALE ECC. SEMPRE TUTTO NEGATIVO. ULTIMAMENTE PSA CON I SEGUENTI VALORI: PSA 2,300 - PSA LIBERO(FPSA) 0,39 - PSA LIBERO/PSA TOTALE 0,17 COSA PUO DIRMI DOTTORE CON QUESTI VALORI. PRECISO CHE HO 54 ANNI


Leggi la risposta >>


Carcinoma uroteliale G3 in diverticolo (?)

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

Salve,gennaio 2017,ricoverato per macroematuria,mi vengono asportate 3 neoformazioni vescicali,di cui una all'interno di un diverticolo vescicale(cito testualmente il referto).All'istologico "Carcinoma uroteliale,papillare,G3,con invasione degli assi connettivo vascolari;non evidenza di invasione del tessuto muscolare". Il chirurgo ha sostenuto che all'interno del diverticolo non è stato possibile eliminare tutto il tumore e che c'era invasione muscolare nel diverticolo. Viste l'età e le patologie (cardiopatico,portatore ICD, IRC lieve, diabete)ha ritenuto di non intervenire,dandomi una prognosi a 2 anni. Ho cambiato specialista che mi ha consigliato tac senza mdc,citologia urinaria,e cistoscopia.Il referto TAC dice"vescica normoconformata e normorepleta,a pareti regolari (impossibile valutazione accurata senza mdc)".So che una tac senza mdc ha dei limiti,ma un diverticolo vescicale non dovrebbe essere visibile?Vi sarei grato se mi poteste dare un parere riguardo al mio caso.


Leggi la risposta >>


PSA in rialzo malattia diventata ormonoresistente

Argomento: Biopsia prostatica, tumori della prostata, prostatectomia radicale

Domanda

gent.dott. purtr. la sit. di mio marito e di nuovo in recitiva.Nel 2014 prostatectomia in seg. radiot. poi ormonoterapia bene fino alla fine del 2017.Da gennaio psa 0.90 cosi l urol. mi manda dall oncologo che mi da scintigr.ossea(pres. piccola macchia a livel dell esoma destro di un metamero del rachide verosimilmente D 12)di non univoco sign. patologico.TC rachide dorsale(a livello D 12 si apprezza, a sede iuxtapeduncolare destra, area di tenue dismogeneo osteoaddens. intraspongioso con integrita della corticale.ripeto psa 0.70.Per cui l oncologo guarda il tutto non mi da alcuna spieg. sulla scintigr. e sulla tc e mi dice il psa e in discesa lo ricontr. ogni mese ora la prenoto a maggio in caso che sale viene e anticip. la visita. Ho contr il psa dopo un mese ora e 1.72 domat. vado in osp. x ant. la visita.ma xche asp. che sale psa e non mi hanno aggiunto farmaci in piu il risult della scintigr. che signif. ci sono metastasi.Come mi fanno pros. ora. cordiali saluti grazie ines


Leggi la risposta >>


Terapia ormonale

Argomento: Biopsia prostatica, tumori della prostata, prostatectomia radicale

Domanda

Salve le volevo chiedere : tumore gleason 8 fallimento prima dell intervento e poi della radio l urologo ora con psa arrivato in pochi mesi con raddoppi quasi mensili l urologo mi ha prescritto casodex 50 ma senza l analogo.Mi ha tranquillizzato dicendomi che conosce bene quale sarebbe la corretta posologia ma vuole fare questo tentativo per tre mesi Considerando il gleason il tempo di raddoppio e il rapito fallimento delle tecniche curative volevo capire se questo tentativo che nn trovo in nessuna linea guida è praticabile o un salto nel vuoto Grazie a chi vorrà rispondere


Leggi la risposta >>


Terapia ormonale

Argomento: Biopsia prostatica, tumori della prostata, prostatectomia radicale

Domanda

Salve mi sono sottoposto prima all intervento e poi alla radio.il Psa entrambe le volte si è azzerato per qualche mese per poi crescere velocemente.gleason 8 raddoppia ogni 40 giorni ho fatto pet colina con un psa a 0,9 ma è risultata negativo lo so che il valore non è molto alto pero considerando il psadt e la velocity credevo che al 70/80 % la pet sarebbe riuscita a evidenziare la recidiva Secondo lei devo iniziare la terapia ormonale o aspettare ulteriori raddoppi e ripetere la pet ? Grazie


Leggi la risposta >>


Nodulo alla prostata (2)

Argomento: Biopsia prostatica, tumori della prostata, prostatectomia radicale

Domanda

Chiedo scusa, ho scritto poco fa dimenticando due cose: primo che ho quasi 58 anni, secondo che ho assunto Prostaplant (Serenoa repens+ Urtica) per due mesi e fino a 3/4 giorni prima dell'esame PSA e chiedo se può averlo influenzato. Grazie di nuovo. Cordiali saluti


Leggi la risposta >>


Nodulo alla prostata

Argomento: Biopsia prostatica, tumori della prostata, prostatectomia radicale

Domanda

Buongiorno.Premetto che nel 2009 ho subito nefrectomia radicale rene sx per carcinoma cellule chiare pT1bNxMx-G2 Furham; nessun problema successivo;periodicamente analisi sangue e ecoaddome completo. Nell'ultima eco (marzo 2017) risulta "Prostata di dimensioni nei limiti della norma (volume stimato pari a circa 22 ml (DT di 45mm x DAP di 28mm x DL di 33mm) ad ecostruttura disomogenea; in sede parabasale sinistra si evidenzia salienza nodulariforme del profilo prostatico (DM di circa 10mm)". PSA attuale 1.15 Tot/0.45 Free (1 anno fa 1.20/0.45, due anni 1.40/0.54). L'urologo, dopo ER negativa e PSA sotto 2.5, ritiene non ho tumore e al momento inutile sia ecografia trans-rettale sia biopsia; prescritto PSA fra un anno. E' d'accordo? Se nodulo fosse lesione pre-cancerosa o tumore "incapsulato" avrei PSA alterato? Non sarebbe comunque opportuno (con pro e contro) intervenire chirurgicamente prima possibile? Tipo e posizione del nodulo non è di per se' sospetta? Ringrazio anticipatamente.


Leggi la risposta >>


carcinoma uroteliare papillare

Argomento: Tumore del rene, interventi per tumore del rene

Domanda

Buonasera, mio padre ha 81 anni ed è stato sottoposto ad una nefrectomia per un carcinoma uroteliare papillare. Gli esiti dicono che si tratta di una tipologia ad alto grado infiltrante a tutto lo spessore corticale renale esteso al tessuto adiposo del seno renale. Inoltre sono stati rimossi vari linfonodi che sono risultati metastatici con estensione al tessuto adiposo ed emboli endolinfatici peri-linfonodali. La mia domanda è questa: escludendo la chemiotreapia che sarebbe distruttiva per il solo rene rimastogli che tipo di terapia si possono fare. Il sorafenib o gli anticorpi MPDL3820A possono essere validi. ed infine che aspettativa di vita può avere papà? Grazie anticipatamente per ogni consiglio potrete fornirmi. Saluti Michele CZ


Leggi la risposta >>


Pagina 5 di 87, 25 elementi su 2170 totali (101 - 125)

| 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 |

Partner di Acqua Vitasnella

SIU LIVE 2017

Portale FAD SIU

Fondazione SIU

FutUro

Urologo Risponde

Trova Urologo

Opuscoli Informativi per i Pazienti

Urologia in Italia

UroWiki

Certificazione ISO

ECM provider numero

Pianeta Uomo