Entra in Area Pazienti Pagina Facebook della Siu Pagina Twitter della Siu

Sei in: Medico Risponde

Stampa

Medico Risponde

carcinoma uroteliale scarsamente differenziato

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

Gentile professore, le vorrei porre gentilmente alcune domande, a mio padre 71 anni e'stato diagnosticato un carcinoma scarsamente differenziato alla vescica, dopo aver eseguito la Turb questo e'stato il risultato istologico. In base a questo risultato,e'stato consigliato l'intervento di cistectomia, la domanda che le pongo professore e' se con questo intervento a quanto pare molto importante,si riesca a guarire completamente senza rischi di metastasi,in attesa diun suo riscontro,le porgo distinti saluti.


Leggi la risposta >>


terapia con installazione di oncotice

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

A seguito di un intervento alla vescica per Turb della lesione vescicale (diagnosi istologica: frammenti multipli di carcinoma uroteliale papillare di alto grado (G3 se OMS 1973 ,high grade sec WHO/ISUP) infiltrante il tessuto connettivo subepiteliale. Indenni i fascetti di tonaca muscolare compresi nel prelievo (pT1), sono stato sottoposto ad una terapia di lavaggio vescicale con oncotice( una a settimana per sei settimane e successivamente una al mese per 12 mesi).Al momento, in occasione del 3° lavaggio mensile, mi comunicano che non c'è disponibilità del farmaco e non si sa null'altro. Cosa devo fare ?


Leggi la risposta >>


Cistectomia radicale in paziente di 84 anni

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

A mio padre quasi 85enne è stato consigliato un intervento di cistectomia radicale perchè affetto da tumore alla vescica stadio 3 su 4 infiltrante il muscolo. Desidererei sapere se lei opererebbe una persona così anziana, che si ritroverebbe a gestire la stomia. Grazie


Leggi la risposta >>


Recidiva cancro vescica

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

Nel 2005 sono stata operata alla vescica in TUR di un cancro risultato all'esame istologico classificabile come: carcinoma uroteliale papillare basso grado (G1) non infiltrante, stadio pTa. All'operazione è seguito un ciclo di instillazioni vescicali di BCG. A distanza di 9 anni la cistoscopia ha evidenziato due piccole formazioni papillari. Sono molto preoccupata, vorrei conoscere il rischio di questa recidiva e Il lungo lasso di tempo intercorso tra il primo intervento e la comparsa della recidiva, è da interpretarsi positivamente o negativamente?


Leggi la risposta >>


intervento di recidiva vescicale da cancro utero

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

Mia madre 77 a dopo un cancro all'utero adenocarcinoma di 3 grado trattato anche con radio ha sviluppato una recidiva vescicale infiltrante gli ureteri per cui si e reso necessario effettuare nefrostomie bilaterali un intervento chirurgico può essere e effettuato in queste condizioni oppure converrebbe fare direttamente una che mio un intervento sarebbe risolutivo oppure la qualità di vita del paziente verrebbe compromessa


Leggi la risposta >>


Infiammazione prostata post instillazioni alla vescica

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

Buongiorno,a seguito di instillazioni vescicali, mio papà da anni è alle prese con un'infiammazione alla prostata (dovuta alla negligenza degli operatori del pronto soccorso che non intervenendo tempestivamente non hanno rimosso il liquido dell'instillazione causando un'infiammazione cronica). Ora per una recidiva ha dovuto ricominciare con le instillazioni che hanno aggravato la già precaria situazione.In questi anni mio papà ha visto ridurre la sua autonomia tanto da arrivare a non poter quasi uscire per via del dolore e del continuo bisogno di un bagno, non può guidare,non può passeggiare etc... Cosa si potrebbe fare (ha fatto più cicli di antibiotici ed antinfiamatori). Grazie


Leggi la risposta >>


cistectomia radicale

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

Buona sera sono assillato sul tipo di intervento da fare de tradizionale o con la robotica(da Vinci) In data 18 luglio sono stato sottoposto a resezione endoscopica e esame istologico ha evid carcinoma uroteliale papillare grado G2-3 infiltrante il connettivo suburoteliale (pt1) della vescia Dopo trattamento con BCG iun data 1/2/2014 sottoposto a turb e evidenziato neoformazione dell'emitrigono desto inglobante il meato ureterale Esame istologico ca G3 infiltrante il connettivo T1 Mi consigliano intervento di cistectomia radicale Domando : e la soluzione migliore visto quanto sopra o prioma di tale intervento posso provare con altro Grazie per la risposta..ma non so cosa fare son nel pallone Patrizio Costa


Leggi la risposta >>


Pagina 4 di 4, 7 elementi su 82 totali (76 - 82)

| 1 | 2 | 3 | 4 | successivo >>

Partner di Aquauro

Fondazione SIU

SIU LIVE 2017

Portale FAD SIU

FutUro

Urologo Risponde

Trova Urologo

Opuscoli Informativi per i Pazienti

Urologia in Italia

UroWiki

Certificazione ISO

ECM provider numero

Pianeta Uomo