Entra in Area Pazienti Pagina Facebook della Siu Pagina Twitter della Siu

Sei in: Medico Risponde

Stampa

Medico Risponde

sospetto ca prostata

Argomento: Biopsia prostatica, tumori della prostata, prostatectomia radicale

Domanda

soffro di iperplasia fibro-adenomiomatosa della prostata da circa 10 anni. Ho 74 anni con PSA 2,46.PSA FREE 0,87.Dopo RM multiparametrica fatta al Policlinico di Abano il risultato parla di volume stimato della prostata 79,6 cc. con riconoscimento di area focale di lieve restrizione della diffusione in sede periferica postero-mediale a livello apicale dx di circa 6 mm.Uroflussometria nella norma. RPM 70 ml.Conclusioni:alterazione focale del parenchima prostatico con sospetto intermedio per carcinoma.( cat. 3 pirads V2.) Cosa mi consiglia di fare. grazie


Leggi la risposta >>


PROGNOSI CARCINOMA UROTELIALE

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

Gentili Dottori,a febbraio ho subìto l'asportazione della vescica e ora ho una neovescica ortotopica. Dall'esame istologico definitivo ė risultato un carcinoma uroteliale(non ė indicata la variante) di tipo pt2 N0.Com'ė la prognosi in questo caso?Da qualche parte ho letto che è possibile che la malattia possa recidivare;il follow up ė utile in caso di ripresa della malattia?Vi ringrazio.


Leggi la risposta >>


Chiarimenti

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

Mia madre, 87 anni,ha subito intervento rimozione papilloma vescicale. L'istologico parla di "carcinoma uroteliale papillare di basso grado non invasivo ( è presente tessuto muscolare) (Ta):Sezione di parete ureterale con carcinoma uroteliale papillare di basso grado, non si osserva infiltrazione stromale (Ta)".L'urotac evidenzia "il tratto distale dell'uretere di destra appare inglobato in neoformazione vescicale solida disomogenea di tipo produttivo conosciuta in anamnesi che infiltra a tutto spessore la parete vescicale in sede paratrigonale destra estendendosi per un tratto di circa 43 millimestri di diametro trasverso massimo. Fine infiltrazione del pericistio". L'urologo propone o un intervento distruttivo o un ciclo di radio. Sostiene che questa neoformazione vescicale solida potrebbe avere una natura diversa da ciò che riporta l'istologico. Io e mio fratello siamo perplessi. Ci illumini. Grazie


Leggi la risposta >>


tumore alla prostata

Argomento: Biopsia prostatica, tumori della prostata, prostatectomia radicale

Domanda

buongiorno dottore Edo 65 anni dopo aver effettuato una biopsia alla prostata l'urologo mi ha informato che purtroppo il tumore è maligno necessita di operazione pero bisogna attendere più di 2 mesi per effettuare l'operazione perché ci sono dei pericoli per la salute e quindi l'intervento deve essere rimandato. le chiedo se è normale attendere cosi a lungo prima dell'operazione. la ringrazio per la risposta. Edo


Leggi la risposta >>


PSA - Variazioni

Argomento: Biopsia prostatica, tumori della prostata, prostatectomia radicale

Domanda

Buongiorno, a marzoho subito un intervento di RARP+ePLND per adenoma prostratico. GS su lesione doinante 4+5, infiltrazione dei tessuti periprostratici e della vescichetta dx, margini indenni, invasione perineurale e vascolare presenti. Esami PSA: antecedenti intervento 54 ng/ml; ad 1 mese 0,040; a 3 mesi 0,089. Funzionalità fisiologiche perfette. Può essere comunque consigliabile ciclo di radioterapia? Grazie per l'eventuale, cortese riscontro.


Leggi la risposta >>


INSTILLAZIONI MITOMICINA

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

Buon giorno ho una domanda da fare che mi tormenta da circa 1 anno l'instillazione di MITOMICINA ad una paziente operato per un carcinoma alla Vescica si può effettuare il giorno dopo l'intervento? Grazie anticipatamente


Leggi la risposta >>


Posizioni da assumere

Argomento: Instillazioni endovescicali, BCG

Domanda

Buongiorno ho effettuato la prima installazione endovescicale di bcg ed in reparto di Urologia a Lecce mi hanno detto di aspettare seduto in corridoio per un'ora circa prima di ritornare da loro per evacuare il prodotto. La mia domanda è;non sarebbe meglio stendersi supino,pancia in giù,sul lato destro e sinistro per portare a contatto dell'intera vescica il medicinale introdotto? Ho chiesto educatamente ai medici se dovevo comportarmi in questo modo ma nessuno si degna di rispondere a queste domande e si limitano a darti un opuscoletto dove spiega il comportamento da adottare una volta tornati a casa. Ho letto su diversi articoli di medicina che sarebbe utile adottare queste posizioni dopo aver assunto il bcg. Ringrazio sentitamente augurando buon lavoro a tutti voi. Luca Palantone Lecce


Leggi la risposta >>


psa anomalo dopo prostactomia radicale

Argomento: Biopsia prostatica, tumori della prostata, prostatectomia radicale

Domanda

Gleason score 3+4 capsula indenne Stadiazione pT2c. Dopo intervento psa 1.0 eseguita pet colina con risultati negativi.Vorrei sapere se l'unico modo per abbassare il psa è la cura ormonale e se evitabile visto contraindicazioni? Vi ringrazio anticipatamente.


Leggi la risposta >>


PSA E CONTROLLO CA PROSTATA

Argomento: Marcatori della prostata e PSA

Domanda

Se controllo annualmente il PSA posso ridurre in maniera statisticamente significativa il rischio di morire di carcinoma prostatico? Grazie


Leggi la risposta >>


Biopsia necessaria?

Argomento: Biopsia prostatica, tumori della prostata, prostatectomia radicale

Domanda

Mio padre ha 85 anni.Hanno riscontrato un Psa leggermente sopra il limite, ma non accusa alcun disturbo correlato alla prostata. Dall'ecografia al basso addome non risultano evidenze particolari, da visita urologica è riportato "prostata parenchimatosa senza noduli". L'urologo gli ha detto di stare tranquillo e gli ha dato cura antibiotica e una cura con il farmaco Saba e poi ha prescritto nuovo controllo Psa fra due mesi, ecografia transrettale e nuova visita urologica. Il medico di base, quando gli ha fatto la prescrizione, però non si è limitato a prescrivere ecografia transrettale, ma ha aggiunto la biopsia che effettivamente l'urologo non aveva indicato nella sua prescrizione. Questo ha mandato in ansia mio padre, visto che si tratta di un esame molto invasivo. Cosa ne pensate? Volevo un consiglio in merito? Un cordiale saluto.


Leggi la risposta >>


Carcinoma vescicale

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

Buonasera ad agosto 2016 dopo un ecografia mi veniva diagnosticato due papilloni unilaterale dopo intervento turv risultato dell'esame istologico carcinoma di alto grado t1 G3 dopo 10 istallazioni di oncotice 2mg alla terza cistoscopia si vede una possibile recitiva sula cicatrice però mi hanno detto che può essere una cicatrice ipertrofica e quindi devo fare un'altra turv ho fatto esame citologico che ha dato esito negativo solo con infiammazione uretale volevo sapere se essendo l'esame citologico negativo posso stare tranquillo


Leggi la risposta >>


PSA E CONTROLLO CA PROSTATA

Argomento: Marcatori della prostata e PSA

Domanda

Se io controllo annualmente il PSA e faccio visita urologica il mio rischio di morire per tumore prostatico si riduce?


Leggi la risposta >>


esami preventivi

Argomento: Marcatori della prostata e PSA

Domanda

Buongiorno, ho prenotato una visita urologica per questo mese di giugno tramite il sito "Controllati". Desidero sapere se è consigliabile fare preventivamente degli esami e quali. Grazie


Leggi la risposta >>


alcuni consigli grazie

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

La TAC evidenzia polipo cm.1,5 a fungo, diagnosi dell' urologo " neoplasia vescicale "occorre toglierlo prima possibile. Durante l' intervento è possibile effettuare l' esame istologico ? oppure come asserisce l' urologo devo attendere 10 giorno per l' esito ? Questo intervento è possibile con tecnica ROBOTICA ? meno invasiva ?


Leggi la risposta >>


Problemi urinari, prostatite, calcoli renali.

Argomento: Calcoli renali e vescicali

Domanda

Buongiorno ho 40 anni, sono diabetico insulino dipendente, da circa tre mesi ho un calcolo renale da 15 mm che è a 2 cm dalla vescica, ora mi succede che quando urino mi brucia moltissimo, e mi fa male anche la zona scrotale, in più quando provo la masturbazione o l'atto sessuale non eiaculo e come se lo sperma non uscisse per ninete ma finisse da un altra parte.... Ora vi chiedo può essere causa del calcolo o prostatite? Grazie cordiali saluti


Leggi la risposta >>


Ciste ai reni

Argomento: Calcoli renali e vescicali

Domanda

Chiedo gentilmente se la Ciste ai reni qualora rimane delle dimensioni stabile...è necessario l'esportazione della stessa o va tolto addirittura il rene interessato? Ringraziandola anticipatamente spero di avere una sua gentile risposta


Leggi la risposta >>


IPB e calcoli in vescica

Argomento: Calcoli renali e vescicali

Domanda

Da alcuni mesi mi sono stati diagnosticati due calcoli in vescica di cui uno di 2 cm. Detti calcoli mi creano un po' di disturbi saltuari, mentre l'ipertrofia prostatica, pure diagnosticata anni prima,non mi crea grosse difficoltà, solo altalenanti più frequenti minzioni rispetto a quando ero giovane (ho 65 anni). Mi sono sottoposto a visite urologiche e biopsia, tutto negativo, solo l'esame ecografico ha riscontrato l'ipertrofia prostatica con incompleto svuotamento ed i calcoli. Le mie domande sono le seguenti: avendo pensato di sottopormi solo all'estrazione dei calcoli per via endoscopica, atteso gli irrilevanti disturbi prostatici, è consigliabile, almeno per adesso? Altra domanda: l'intervento endoscopico per l'estrazione dei calcoli e l'eventuale TURP è eseguito in contemporanea, o richiede due distinti interventi? Grazie anticipatamente.


Leggi la risposta >>


Stent

Argomento: Calcoli renali e vescicali

Domanda

Buon giorno,sono portatore di stento nel rene sinistro è stato messo per proteggere il rene visto che non è stato possibile togliere il calcolo causa un infezione al rene con relativo blocco,e l'eccessiva grandezza della prostata,ora sto'prendendo uralyt per sciogliere i calcoli ,domanda,la procedura è esatta?e visto che ora ho delle coliche anche a destra è possibile la stessa procedura?grazie per l'attenzione


Leggi la risposta >>


Calcolo Uretere

Argomento: Calcoli renali e vescicali

Domanda

Buongiorno, dopo colica renale eseguita ecografia con referto di calcolo di circa 15 mm (forse due calcoli accostati) nell'uretere destro a circa 5 cm inferiormente alle pelvi renale con minima ed incostante dilatazione dei calici. Chiedo quale terapia ed intervento intraprendere. Potrebbe essere utilizzata la Litotrissia Extracorporea. Se fosse un intervento chirurgico sarebbe molto invasivo e problematico. Grazie.Cordiali saluti. Bruno (Milano)


Leggi la risposta >>


pi-rads 4 e rmn multiparametrica

Argomento: Biopsia prostatica, tumori della prostata, prostatectomia radicale

Domanda

salve dottore, a seguito di un aumento repentino del psa e di una sospetta visita urologica, ho fatto una rmn multiparametrica che evidenzia nella zonadi transizione anteriore sx un nodulo di 8x6 mm ipointeso sospetto di pirads 4. Devo preoccuparmi? L'esame citologico delle urine è negativo. Devo fare la cistoscopia transuretrale e la biopsia. Grazie mille.


Leggi la risposta >>


PSA normale, rapporto basso

Argomento: Marcatori della prostata e PSA

Domanda

Buongiorno, ho 52 anni e ho appena visionato i miei esami: PSA = 2.87, S-PSA free = 0.54, rapporto free/totale 18.8. Inoltre, nelle urine sono state evidenziate emazie (34) ed emoglobina (0.075 mg/dL). Quale interpretazione si può fare? E quale prossimo passo mi consiglia? Grazie


Leggi la risposta >>


PROGNOSI CARCINOMA UROTELIALE.

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

GENTILI DOTTORI,SCRIVO PER CONTO DI MIA MADRE CHE CA. 2 MESI FA HA SUBITO UNA CISTECTOMIA RADICALE CON RICOSTRUZIONE NEOVESCICA CON UNA PARTE DELL'INTESTINO.RIPORTO L'ESITO DELL'ISTOLOGICO:CARCINOMA UROTELIALE DI ALTO GRADO DI 1,2 CM INFILTRANTE LA PARETE SUPERFICIALE DELLA MUSCOLATORA.MARGINI CHIRURGICI,UTERO,OVAIE,LINFONODI ESENTI DA NEOPLASIA.VI CHIEDO:COM'è LA PROGNOSI IN QUESTI CASI?IN REALTA' SONO GIA' CONTENTO PER IL FATTO CHE NON DEBBA FARE NESSUNA TERAPIA AGGIUNTIVA.MA SONO MOLTO PREOCCUPATO PER IL FUTURO.VI RINGRAZIO.


Leggi la risposta >>


informazioni

Argomento: Ematuria, esame citologico delle urine, cistoscopia

Domanda

vorrei solo capire xkè voi medici e sopratutto "Urologi" siete talmente venali.. io ho un problema urinario da circa 7 mesi sono andato dai peggiori urologi convenzionati... xkè purtroppo non posso permettermi un Urologo privato.. ho trovato solo pessimi medici.. quindi io xkè non posso permettermelo devo morire..? Grazie mille. spero ke Un Signor Urologo prendi a cuore la mia situazione.!


Leggi la risposta >>


macro ematuria persistente

Argomento: Ematuria, esame citologico delle urine, cistoscopia

Domanda

tempo addietro ho da Voi ottenuto un consiglio per il problema che per chiarezza ripeto e che ha avuto un seguito : ho 83 anni, in seguito a un episodio di ematuria sono stato sottoposto ad una serie di esami quali ecografia, TAC, cistoscopia, esame citologico urine, ecc. risultati tutti negativi, a distanza di un paio di mesi noto coaguli nelle urine e qualche ematuria, altra serie di controlli con risultato negativo, visita urologica da cui risulta: esiti di TURP nel 91, reni non dilatati, RPM 0, uretra regolare, residuo di prostata con mucosa delicata e sfrangiata, collo rigido ma ben passabile con strumento, mucosa vescica regolare, osti in sede, si prescrive Prostanox 1 cp/di e visita di controllo con esame citologico a sei mesi, tuttavia da quel giorno le ematurie si sono intensificate con la frequenza media di un giorno ogni tre, il colore delle urine va del giallognolo al rosso al marrone, cosa posso fare oltre che bere ? aspettare il controllo previsto o anticipare ? grazie


Leggi la risposta >>


Macroematuria dopo rapporto sessuale

Argomento: Ematuria, esame citologico delle urine, cistoscopia

Domanda

Ho avuto un primo episodio nel 2003, uno nel 2012 e l'ultimo in questo periodo. Dopo un rapporto sessuale fuoriesce sangue dall'uretra sia durante il rapporto, alcune gocce, che in maniera copiosa durante l'eiaculazione. Anche nella prima urina si riscontra una presenza massiccia di sangue che scompare nelle minzioni successive. Per tutti e 3 gli episodi ho richiesto una consulenza urologica. Nei giorni scorsi ho eseguito analisi di laboratorio, ecografia, CT addome ed uroscopia ma l’urologo non ha riscontrato problemi. Tutto risulta nella norma. Il problema sembra essere causato da una sollecitazione meccanica perché nelle eiaculazioni senza un rapporto sessuale, o facendo particolare attenzione ai movimenti, il fenomeno non si verifica. La differenza in quest'ultimo episodio è che, mentre nei precedenti dopo un periodo di "riposo" il problema scompariva da solo, attualmente sembra non attenuarsi nemmeno a 2 mesi dal primo evento. Grazie per un vostro parere.


Leggi la risposta >>


Pagina 4 di 87, 25 elementi su 2172 totali (76 - 100)

| 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 |

Partner di Acqua Vitasnella

SIU LIVE 2017

Portale FAD SIU

Fondazione SIU

FutUro

Urologo Risponde

Trova Urologo

Opuscoli Informativi per i Pazienti

Urologia in Italia

UroWiki

Certificazione ISO

ECM provider numero

Pianeta Uomo