Entra in Area Pazienti Pagina Facebook della Siu Pagina Twitter della Siu

Sei in: Medico Risponde

Stampa

Medico Risponde

Sigaretta elettronica con nicotina

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

Buongiorno ho mio marito che è stato operato ad un k vescicale di basso grado di malignità ex fumatore ora sta fumando la sigaretta elettronica con nicotina a 9 c'è lo stesso rischio per la recidiva della sigaretta normale? Grazie mille


Leggi la risposta >>


carcinoma vescicale

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

Buonasera, mio marito 52 anni,è stato operato a giugno una prima volta con istologico carcinoma mancante di indicazione T, ma G3 e nessun tipo di terapia consigliata. DA un secondo consulto, a distanza di 2 mesi a seguito di recidiva è stato rioperato in un'altra struttura, istologico carcinoma G1 non invasivo terapia effettuata chemioterapia insitllazioni. il 28/08 a controllo citoscopico risulta area iperemica si circa 2 cm sulla parete dove era presente il carcinoma precedente,(Cosa vuol dire? è una recidiva?) restante mucosa vescicale di aspetto finemente trabecolato ed esente da eteroformazioni macroscopicamente evidenti. Si segnala aspetto beante dell'osio ureterale sinistro.I medici hanno detto a mio marito che è tutto ok. Ora hanno stabilito di fare chemioterapia di mantenimento mensile per 6 mesi (insitllazioni). Concorda con la terapia da seguire? Grazie


Leggi la risposta >>


Cistectomia

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

Buongiorno, da otto anni sto curando la mia vescica per un tumore che ha invaso la vescica. Sono partito da G1 per arrivare a G3. Ho fatto in questi anni tur-v, mupping e cistoscopie varie e molte cure. L'ultimo referto è Ca uroteliale alto grado e ca in situ su biopsia uretra. L'ultima cura che mi hanno consigliato è il BCG (induzione di 6 settimane e poi due mensili), dopo di che propendono per una cistectomia radicale con UCS destra. Quale è il suo consiglio? Distinti saluti


Leggi la risposta >>


cure o trattamenti alternativi per cistectomia

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

Salve, sono un paziente di anni 72 monorene, operato il 24/09/15 alla vescica con TURV. A distanza di 10 gg dall'intervento, a seguito di una coronografia fatta il 26/10/15 nel ramo intervent. ant. sono stato trattato con angioplastica ed impianto di stent medicato con relativa prescrizione di aggreganti da non sospendere assolutamente prima di 12 mesi quali Cardioaspirina e Plavix. In conseguenza a questo intervento ho dovuto subire due trasfusioni di sangue poiche' gli aggreganti mi hanno causato sanguinamento alla vescica. L' Urologo preso in esame la situazione mi prescriveva esame TAC PET e ulteriore esame citol. da cui emergeva la seguente diagnosi - Citoscopia che evidenzia verosimile recidiva vescicale con conseguente intervento chirurgico di cistectomia radicale - Purtroppo questo intervento richiede la sospensione di questi aggreganti. Per cui sono a chiederle gentilmente se ci possono essere alternative con cure o trattamenti per la mia patologia. Vi Ringrazio.


Leggi la risposta >>


informativa urgnete x centri operativi termochemioterapia vescicale.

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

x cortesia mi sapete gentilmente indicare dove a milano o prov. ci sono centri che svolgono la termochemioterapia vescicale con mitomicina c ?? dovrei agganciare mio fratello giovanissimo x inizio cura dopo 3 turv.. grazie mille.


Leggi la risposta >>


Carcinoma vescicale infiltrante

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

Mio padre ha subito circa 1 mese fa una TURV che ha permesso di stadiare il carcinoma vescicale che era stato giá evidenziato da una TAC, risultando da istologico essere T2,NX G3/4. gli é stata indicata la necessitá di sottoporsi a cistectomia radicale, che dovrebbe essere effettuata da qui a circa 45 gg. Il medico ha indicato che la prognosi sará rimandata al risultato dell'istologico post-cistectomia, evidenziando una prognosi negativa se il risultato NON dovesse essere T0.Ho una serie di dubbi 1) Essendo il tumore T2 é comunque possibile che possa avere intaccato i linfonodi? 2) Perché nel risultato dell'istologico é riportato NX? 3) Se ad oggi il tumore ´é T2, come é possibile che dopo la cistectomia possa essere T0? 4) La TAC (addome completo) a suo tempo aveva escluso il coinvolgimento di linfonodi o metastasi. Mi chiedo quindi se non si potrebbe fare un esame per poter valutare la situazione ( N,M), senza aspettare il risultato dell'istologico post-cistectomia.Grazie.


Leggi la risposta >>


cistectomia radicale

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

xxx


Leggi la risposta >>


aria nel sacchetto dell'urina.

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

Salve.parlo a nome di mio padre.Nel gennaio del 2011 ,mio padre ,si è operato di carcinoma alla vescica quindi ha subito una cistectomia totale.All' epoca aveva 65 anni.Durante la convalescenza non ci sono stati problemi seri perciò tutto ok.Da 4-5 mesi e nato questo problema,il sacchetto che contiene l'urina,durante il giorno ma di più la notte gli si gonfia d' aria fino a farlo staccare dalla pelle.Gentile Dottore vorrei sapere, se possibile, a cosa è dovuto.Sembra che oltre all'urina, insieme, esca anche aria.Grazie dell'attenzione .


Leggi la risposta >>


URGENZA CISTECTOMIA RADICALE

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

Buongiorno, vi scrivo in merito a mio padre, 66 anni, al quale l'esame istologico a seguito dell'esecuzione della TURB ha diagnosticato carcinoma alla vescica T2 G3/4. L'urologa dell'ospedale presso il cui ha effettuato la TURB ha categoricamente evidenziato la necessitá di cistectomia radicale, che comunque -alla luce delle informazioni che ho trovato su internet- sembra la pratica ´´di prassi´´ per questo tipo di tumore e stadiazione. Ora, l'obiettivo dal mio punto di vista é 1) Fare la cistectomia il rpima possibile, visto che all'ospedale in cui é in cura hanno dato un tempo medio di attesa di 2 mesi e mezzo che a mio avviso é tantissimo per questa patologia 2) Fare la cistectomia nelle migliori condizioni possibili pre-durante e dopo l'operazione, potendo ricevere informazioni puntuali e precise che fino ad ora non ci hanno dato. A questo proposito, mi rivolgo a voi per chiedervi 1) Come posso fare affinché la cistectomia radicale venga fatta il prima possibile?


Leggi la risposta >>


Informazioni sulla patologia

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

Carissimo dott vessetta la ringrazio per la risposta , nella risposta alla mia domanda mi chiedeva se la recidività era stata diagnosticata dopo il trattamento con il bgc. Dopo il trattamento e varie turb e turp c'era recidiva di grado t1g2 rispetto al t1 G3 iniziale, ultima turb e turp negativa , ma con blocco urinario trattato con catetere per 5 gg , cistite cronica e iperplasia prostata. Le chiede se è utile risolvere il problema dopo due anni e mezzo con intervento di cistectomia? Preciso che ho 52 anni e faccio il carrozziere. La ringrazio di cuore per la disponibilità e attendo una sua risposta, per contatti può chiamarmi senza impegno al 347/8927241. Grazie e cordiali saluti.


Leggi la risposta >>


carcinoma in situ cure per evitare l'asportazione della vescica

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

A mio padre è stato diagnosticato un carcinoma in situ sull'uretra prostatica ha 78 anni e da due anni


Leggi la risposta >>


Informazioni sulla patologia

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

Buona sera, sarò sintetico due anni fa diagnosticato carcinoma vescicale nn infiltrante tipo t1g3, trattato dopo intervento con Bg per due anni Dopo vari turb e turp e con recidive, varie cistiti. Ultima turp un mese fa , ho avuto problemi e blocco urinario. Trattato con catetere a tre vie per 5 giorni. Chiede se è necessario secondo lei a un intervento più definitivo al mio problema. Nel ringraziarla attendo sua risposta. Cordiali saluti e buon lavoro


Leggi la risposta >>


che tipo di intervento fare

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

Mio padre 78 anni da un esame istologico gli e'stato diagnosticato frammenti di carcinoma uroteliale di alto grado della vescica(sec.WHO-ISUP),G3 (sec.Mostofi), con diffusi aspetti di differenziazione squamosa, infiltrante ampiamente la tonaca muscolare propria(pT2); presenza di focolai di permeazione neoplastica perineurale. Che tipo di intervento è più giusto. L'ospedale Miulli di Acquaviva delle Fonti Bari è un buon centro?


Leggi la risposta >>


informazioni referto citologico

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

Operato 12 anni fa di neoplasia vescicale,sempre negativo ai vari controlli urologici,neovescica ileale.Fatta recentemente ecografia addome negativa.Referto citologico recente "presenza di aggregati ureteliali verosimilmente esfoliati da neoplasia papillare transizionale a basso grado indistinguibili da condizioni non neoplastiche (calcolosi,ipertrofia vescicale ).Il medico ritiene opportuno al massimo la ripetizione della citologia a breve ed eventualmente un consulto urologico.Un suo parere ,grazie


Leggi la risposta >>


Vescica – Frammenti multipli (1-4 in toto) – Carcinoma scarsamente differenziato con aspetti solidi e micro papillari, invasivo. La neoplasia infiltra la tonaca muscolare vescicale. Presenza di invasione vascolare.

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

Trattasi di donna a 69 anni di età, già subito un primo intervento con: Resezione trans uretrale della neoformazione vescicale. Come si può procedere in questa situazione? Ringrazio per la risposta e saluto cordialmente Assunta


Leggi la risposta >>


insufficienza renale dopo cistectomia radicale

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

Buongiorno, mio padre è stato sottoposto ad un intervento di cistectomia radicale con urostomia. Dopo l'intervento è stata riscontrata una insufficienza renale. E' a casa da due settimane ma a distanza di 40 giorni dall'intervento ha ancora e sempre le gambe gonfie. A quale medico specialista possiamo rivolgerci per tenere sotto controllo la situazione prima che degeneri? E' sufficiente rivolgersi all'urologo che lo ha operato o è preferibile contattare anche un nefrologo?


Leggi la risposta >>


Cistectomia radicale o radioterapia?

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

Salve, mio padre ottantunenne ha avuto circa un mese fa un infarto.Questa la diagnosi di dimissione: Stemi inferolaterale complicato con moderata riduzione della funzione sistolica globale. Carcinoma uroteliale infiltrante la parete vescicale. Anemia iposideremica(si parla anche di stent medicati)Ora la domanda è: è consigliato l'intervento chirurgico come unica soluzione risolutiva al problema tumorale ma viste le su condizioni di salute e la sua età, è meglio ripiegare su un intervento di tipo palliativo come la radioterapia? Mio padre deve decidere il più in fretta possibile. Ora, con l'assunzione del brilique le cose sono veramente complicate. Cosa può dirmi? La ringrazio tantissimo per la disponibilità. Cordiali saluti. Rosella Piu.


Leggi la risposta >>


consigli su dove eseguire una TURB resezione tranuretrale di neofarmazione

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

Vorrei chiedervi un consiglio quale é la struttura migliore di riferimento in italia per effetuare una TURB di una neoformazione localizzata nella vescica Valutata in 15 16 mm con due diverse ecografie. Io abito in provincia di Torino ma la mia famiglia abita a Venezia per cui tutto il Nord Italia non mi crea troppi problemi Grazie per darmi un aiutoa trovare una struttura di eccellenza , e possibilmente dei nominativi a cui rivolgermi. Distinti saluti Marco Mourglia


Leggi la risposta >>


Conferma necessità intervento - Centri di eccellenza

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

Buongiorno, mio padre, 77 anni, con tumore alla vescica pT1 G3 stadiazione fatta per la prima volta circa 1 anno fà, è stato sottoposto finora a a 4 0 5 TURV dopo l'ultima (in occasione di ematuria) ha ricevuto da 10 giorni il risultato istologico che riporta: Frammenti di mucosa vescicale sede di carcinoma uroteliale grado III sec. Mostofi infiltrante lo stoma. Si associano frammenti di tessuto necrotico infiltrato da carcinoma, Frammenti di parete vescicale (mucosa e tonaca muscolare) sede di carcinoma uroteliale di grado III infiltrante fasci muscolari pT2. Terapia consiliata: si richiede Tac addome e pelvi con MDC, indi rivalutazione urologica urgente per eventuale cistectomia. Credo che l'intervento dovrà essere fatto, il nostro problema è che non sappiamo a quale centro di eccellenza rivolgerci, possiamo spostarci. Per favore ci indicate a quali ospedali possiamo rivolgerci. Noi abitiamo a Manfredonia (Fg). Grazie anticipate.


Leggi la risposta >>


carcinoma uroteliale scarsamente differenziato

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

Gentile professore, le vorrei porre gentilmente alcune domande, a mio padre 71 anni e'stato diagnosticato un carcinoma scarsamente differenziato alla vescica, dopo aver eseguito la Turb questo e'stato il risultato istologico. In base a questo risultato,e'stato consigliato l'intervento di cistectomia, la domanda che le pongo professore e' se con questo intervento a quanto pare molto importante,si riesca a guarire completamente senza rischi di metastasi,in attesa diun suo riscontro,le porgo distinti saluti.


Leggi la risposta >>


terapia con installazione di oncotice

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

A seguito di un intervento alla vescica per Turb della lesione vescicale (diagnosi istologica: frammenti multipli di carcinoma uroteliale papillare di alto grado (G3 se OMS 1973 ,high grade sec WHO/ISUP) infiltrante il tessuto connettivo subepiteliale. Indenni i fascetti di tonaca muscolare compresi nel prelievo (pT1), sono stato sottoposto ad una terapia di lavaggio vescicale con oncotice( una a settimana per sei settimane e successivamente una al mese per 12 mesi).Al momento, in occasione del 3° lavaggio mensile, mi comunicano che non c'è disponibilità del farmaco e non si sa null'altro. Cosa devo fare ?


Leggi la risposta >>


Cistectomia radicale in paziente di 84 anni

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

A mio padre quasi 85enne è stato consigliato un intervento di cistectomia radicale perchè affetto da tumore alla vescica stadio 3 su 4 infiltrante il muscolo. Desidererei sapere se lei opererebbe una persona così anziana, che si ritroverebbe a gestire la stomia. Grazie


Leggi la risposta >>


Recidiva cancro vescica

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

Nel 2005 sono stata operata alla vescica in TUR di un cancro risultato all'esame istologico classificabile come: carcinoma uroteliale papillare basso grado (G1) non infiltrante, stadio pTa. All'operazione è seguito un ciclo di instillazioni vescicali di BCG. A distanza di 9 anni la cistoscopia ha evidenziato due piccole formazioni papillari. Sono molto preoccupata, vorrei conoscere il rischio di questa recidiva e Il lungo lasso di tempo intercorso tra il primo intervento e la comparsa della recidiva, è da interpretarsi positivamente o negativamente?


Leggi la risposta >>


intervento di recidiva vescicale da cancro utero

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

Mia madre 77 a dopo un cancro all'utero adenocarcinoma di 3 grado trattato anche con radio ha sviluppato una recidiva vescicale infiltrante gli ureteri per cui si e reso necessario effettuare nefrostomie bilaterali un intervento chirurgico può essere e effettuato in queste condizioni oppure converrebbe fare direttamente una che mio un intervento sarebbe risolutivo oppure la qualità di vita del paziente verrebbe compromessa


Leggi la risposta >>


Infiammazione prostata post instillazioni alla vescica

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

Buongiorno,a seguito di instillazioni vescicali, mio papà da anni è alle prese con un'infiammazione alla prostata (dovuta alla negligenza degli operatori del pronto soccorso che non intervenendo tempestivamente non hanno rimosso il liquido dell'instillazione causando un'infiammazione cronica). Ora per una recidiva ha dovuto ricominciare con le instillazioni che hanno aggravato la già precaria situazione.In questi anni mio papà ha visto ridurre la sua autonomia tanto da arrivare a non poter quasi uscire per via del dolore e del continuo bisogno di un bagno, non può guidare,non può passeggiare etc... Cosa si potrebbe fare (ha fatto più cicli di antibiotici ed antinfiamatori). Grazie


Leggi la risposta >>


Pagina 3 di 4, 25 elementi su 76 totali (51 - 75)

| 1 | 2 | 3 | 4 |

Partner di Acqua Vitasnella

SIU LIVE 2017

Portale FAD SIU

Fondazione SIU

FutUro

Urologo Risponde

Trova Urologo

Opuscoli Informativi per i Pazienti

Urologia in Italia

UroWiki

Certificazione ISO

ECM provider numero

Pianeta Uomo