Entra in Area Pazienti Pagina Facebook della Siu Pagina Twitter della Siu

Sei in: Medico Risponde

Stampa

Medico Risponde

Riduzione del desiderio sessuale

Argomento: Disfunzione erettile, eiaculazione precoce, impotenza, infertilità, varicocele

Domanda

Sono un ragazzo di 27 anni, e da più di un anno sto riscontrando delle problematiche che mi fanno molto demoralizzare.come dicevo,da più di un anno,sto riscontrato un cambiamento radicale della mia erezione. Mi spiego meglio,tutto è iniziato con dolore al testicolo sx,come se avessi qualcuno che me lo stringesse,come soffocato.Il dolore andava e veniva,ed a tratti anche molto pesante da sopportare.Feci tutte le analisi,e andai anche a farmi visitare,ma niente,Tutto nella norma. Fatto sta che questo dolore tutto ad un tratto è scomparso,ma con lui non i problemi erettivi.Premetto che riesco ad avere rapporti,anche se ho qualche fastidio in penetrazione.aggiungo che,anche dal punto di vista delle sensazioni è cambiato molto,provo molto meno piacere sia con sesso orale,sia in penetrazione.Non mi capita più di avere delle erezioni spontanee(neanche al mattina appena sveglio),anzi le ho solo se stimolato.Vi ringrazio in anticipo per la cortese attenzione.


Leggi la risposta >>


Effetti collaterali dei farmaci dei farmaci : Avodart - omnic - e un anticolinergico

Argomento: Disfunzione erettile, eiaculazione precoce, impotenza, infertilità, varicocele

Domanda

Gent.mo DOTTORE ho 67 da tempo soffro di ipertrofia prostatica , un urologo ha rilevato anche una prostatite. comunque il volume prostata diametro 5.8 in quanto viene trattata con dutasteride e omnic. , PSA 3 ( ma dovrebbe essere 6,5 , la cura di avodart dimezza l'indice e ha ridotto anche il volume della prostata prima era siam. 6,7) sono in lista per thuvep ma mi è stata anticipato che siccome la prostata è troppo grossa nonostante l'operazione tramite laser thullio dovrò prendere un anticolinergico anche quest'ultimo farmaco ha come effetto collaterale una diminuzione della libido e della potenza sessuale) la domanda è : visto che questi farmaci sopraddetti fanno permanere la disfunzione erettile, con una operazione tradizionale turp potrò evitare di prendere altri farmaci per la prostata ? la disfunzione erettile viene attualmente curata con viagra GRAZIE.


Leggi la risposta >>


sono quattro mesi dall,operazione nessun risultato in erezione nonostante ogni tre giorni assumo una compressa di cialis da 20 mg

Argomento: Biopsia prostatica, tumori della prostata, prostatectomia radicale

Domanda

ho qualche possibilita di poter avere un rapporto quasi normale


Leggi la risposta >>


tumore prostata

Argomento: Biopsia prostatica, tumori della prostata, prostatectomia radicale

Domanda

Salve Dottore, mi chiamo Nino e le scrivo riguardo mio padre di anni 78 , al quale e' stato diagnosticato un tumore alla prostata : Neoplasia primitiva gia' nota, con disseminazione neoplastica metastatica linfonodi retroperitoneali. Diagnosi da referto : Frustolo di agobiopsia prostatica con carcinoma tipo 4+5 di Gleason <50% del prelievo. Giugno 2016. Piano terapeutico iniziato a Luglio 2016 luglio 2016 farmaco prescritto FIRMAGON fl 120mg primo mese e poi Firmagon fl 80mg i mesi successivi per un anno. Dopo il primo Firmagon il PSA e' sceso a 5,76 era 100 . (agosto) PSA 22,15 esame ottobre. Ultimo test PSA Novembre 14 il PSA e' salito a 50,29. Dottore vorrei sapere cosa ne pensa , se ha qualche consiglio da darci , se la cura e' appropriata , se quel tipo di farmaco va bene o deve essere associato o cambiato ed infine che aspettativa di vita può' avere mio padre. Sperando in una sua benevole considerazione la saluto era ringrazio. Nino


Leggi la risposta >>


Il tempo incide negativamente sulla stadiazione della neoplasia vescicale?

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

La Cistoscopia Vescicale ha individuato una “neoformazione papillare”, confermata e quantificata dalla Ecografia dell’Addome come “formazione solida iperecogena di circa 15 mm diametro”. La Neoplasia Vescicale è stata sottoposta a TURB dopo 47 gg. dalle diagnosi. Nella dimissione viene descritto l’intervento e la “neoformazione vescicale” viene quantificata in 2.5 cm di diametro. L’esame istologico ha diagnosticato: - Neoplasia Uroteriale Papillare scarsamente differenziata della vescica con focale infiltrazione della tonaca propria. T1-G3 SEC MOSTOFI. Carcinoma Uroteliale di alto grado della vescica Sec Oms. - Base d’impianto: frammento di mucosa vescicale esente da neoplasia. Certamente, a distanza di 47 gg. dalle diagnosi cistoscopica ed ecografica alla data della TURB, il diametro della Neoplasia è aumentato di 1 cm. Nel lasso di tempo trascorso, la neoplasia ha potuto mutare negativamente la propria stadiazione? Grazie per un vs. cenno.


Leggi la risposta >>


Cistoscopia di Controllo durante o a fine ciclo instillazioni BCG?

Argomento: Instillazioni endovescicali, BCG

Domanda

Sono stato sottoposto a TURB. L'esame istologico ha certificato: T1-G3. A distanza di 24 giorni dall'intervento è iniziato il ciclo di installazioni con BCG. Il Dottore che mi segue mi ha significato che, dopo la quarta instillazione BCG, vuole procedere ad una Cistoscopia di Controllo, in regime di ricovero ospedaliero (in sala operatoria con anestesia), con prelievo di tessuto da sottoporre a esame istologico. Sono rimasto perplesso in quanto ho sempre saputo che la cistoscopia di controllo viene effettuata a fine ciclo instillazioni. Per caso è' stata adottata o consigliata una nuova procedura? Un nuovo protocollo? Posso chiedere ed ottenere di effettuare la Cistoscopia di Controllo a fine ciclo delle instillazioni? Grazie per il vostro tempestivo riscontro.


Leggi la risposta >>


Disturbi dopo biopsia prostatica

Argomento: Biopsia prostatica, tumori della prostata, prostatectomia radicale

Domanda

Ho eseguito una biopsia prostatica a seguito di psa da anni che oscilla da 7 a 9; risultata negativa. Il giorno dell'esame è stato inserito un catetere per urinare (mi ero sottoposto ad altre biopsie senza però ricorrere a questo). Lo stesso è stato tolto in maniera violenta causandomi problemi di bruciore nell'urinare (il bruciore iniziale era scomparso dopo alcuni giorni, è ricomparso adesso ) sono trascorsi 25 giorni e mi ritrovo con febbre alta (picchi di 39 e mezzo) e persistente difficoltà a svuotare. Il medico ha prescritto terapia di antibiotico (rocefin che sto eseguendo per 6gg.) e topster una al giorno. Ma per togliere il bruciore (probabile cicatrice interna dovuta all'estrazione del catetere) vi è qualcosa?? Grazie per la risposta


Leggi la risposta >>


postumi post biopsia prostatica

Argomento: Biopsia prostatica, tumori della prostata, prostatectomia radicale

Domanda

Sono Rosario, avevo scritto giorni fa. Riformulo la richiesta.61 anni, ho eseguito l'ennesima biopsia prostatica (fino adesso tre, quest'ultima dopo risonanza multiparimetrica, per PSA da anni che oscilla da 7 a 9-9.5); risultato negativo. Il giorno dell'esame è stato inserito un catetere (mi ero sottoposto ad altre biopsie senza però ricorrere a questo). E' stato tolto in maniera violenta dopo alcune ore, causandomi dolori e bruciore nell'uri- nare (il bruciore iniziale era scomparso dopo alcuni giorni, è ricomparso adesso ).Trascorsi 25 gg comparsa febbre alta fino a 39 e persistente difficoltà a svuotare. Mi è stato prescritto anti-biotico rocefin per 10gg, topster 1 al g.,Xatral 1 al g.e Profluss. Niente più febbre. Il bruciore nell urinare c'è ancora così come la difficoltà di minzione. Per alleviare il bruciore al passaggio dell'urina, vi è qualcosa che migliori la situazione?? Grazie per la risposta.


Leggi la risposta >>


valori psa

Argomento: Marcatori della prostata e PSA

Domanda

buongiorno...ho 60 anni..oggi ritirato analisi psa...questi i valori..psa..1,61....free.0,37..ratio.22,98..questo ultimo valore me lo hanno messo con asterisco(significa che qualcosa non và?)grazie della risposta..michele


Leggi la risposta >>


Cistite e uretrite persistente

Argomento: Cistiti, uretriti, tubercolosi genito-urinaria

Domanda

Buongiorno, sono Samuela e ho 19 anni. Da circa 6 mesi soffro di cistite dopo i rapporti sessuali, per ora ce ne sono stati tre e ogni volta ho dovuto prendere Monuril. La visita ginecologica non ha riscontrato nessun problema Quando non c'è cistite percepisco un fastidio interno dalla zona dell'ombelico fino all'orifizio uretrale. In questi giorni è peggiorato, ho fatto un'urinocoltura e sto attendendo l'esito. La dottoressa mi ha somministrato Cistalgan e sento un lieve miglioramento Preciso che questo fastidio durante i rapporti diventa quasi un dolore invalidante che si trasforma poi in cistite. Mi rendo conto che senza una visita specifica sia difficile e non sto chiedendo una diagnosi.Avrei piacere solo di capire cosa fare, sapere se è qualcosa di preoccupante La ringrazio infinitamente per l'attenzione, spero di poter ricevere un chiarimento o qualche informazione in più rispetto a quello che (non) ho. Cordiali saluti, Samuela Soldan


Leggi la risposta >>


Prostatite?

Argomento: Infezioni genito-urinarie e malattie sessualmente trasmissibili

Domanda

Egregio Dottore profitto della sua disponibilita (che ho notato su internet) per un suo suggerimento: ho 55 anni e da circa 10 anni sono afetto da IPB (familiarita' positiva) e seguito regolarmente con controlli dal mio urologo, in terapia con Terazosina 5mg /die ed il psa da sempre intorno ai 4 di valore. All'ultimo controllo il medico dopo la visita mi ha detto tutto bene e solo un po' la prostata congestionata e io non accusavo alcun sintomo , lui mi ha dato TAVANIC per 10gg. Alla fine dell'antibiotico mi e' cominciato un bruciore in zona pelvica e uretrale e dolore alla eiaculazione, allora lui mi ha fatto fare dopo una settimana urinocoltura e spermiocoltura che sono venute negative, mi ha detto allora fai 10 gg di bactrim, ma dopo una settimana non vedo risultati, penso di avere una prostatite, che fare? Che antidolorifico oo antinfiammatorio dovrei prendere per il dolore/bruciore? Grazie per una sua risposta. Roberto


Leggi la risposta >>


taglietti sulla pelle che copre la cappella

Argomento: Patologie dei testicoli, patologie del pene, patologia dell’uretra maschile.

Domanda

buongiorno vorrei un vostro parere sono da mesi che mi compaiono dei taglietti sulla pelle del pene parlando con il farmacista mi ha consigliato di usare canesten pomata da applicare una volta al giorno ma mi sembra che non vedo miglioramenti anzi sembra che peggiora e non riesco più a tirare fuori più la cappella nemmeno la pelle si va dentro vorrei sapere se devo continuare ad usare il canesten o fare qualche altra cura per risolvere il problema grazie e buona giornata


Leggi la risposta >>


Pene glande

Argomento: Infezioni genito-urinarie e malattie sessualmente trasmissibili

Domanda

Buongiorno ho avuto un rapporto non protetto con una mia amica dopo un po ho notato sulla parte destra del glande una leggera abrasione fatto varie visite dal medico di base e dermatologo con pomate travacort,diprosone,e ultima gentamicina e pastiglie aciclovir senza nulla di fatto anzi puntini rossi sul glande nel frattempo mi si è indurita leggermente la parete destra del prepuzio e non tende a rilassarsi è un mese circa ho fatto le urine tutto OK non sento dolori pene e scroto a volte arrossati ho provato un erezione x test con pelle irrigidita e fastidio e eiaculazione sperma meno densa e poco getto gentilmente cosa mi consiglia grazie


Leggi la risposta >>


Eiaculazioni

Argomento: Disfunzione erettile, eiaculazione precoce, impotenza, infertilità, varicocele

Domanda

Salve volevo farle una domanda io a marzo ho fatto un intervento di fremuloplastica ma ad senza risultato come mai cose devo fare ancora


Leggi la risposta >>


Esami da fare?

Argomento: Ematuria, esame citologico delle urine, cistoscopia

Domanda

Episodi di ematuria dopo corsa.fatti esami e ecografia tt negativo.esame del sedimento urinario Tracce di emoglobina e emazie a 16po' Dopo 7 gg ripetuti esami con emazie scese a 14 .sono a riposo da sport e bevo 2 lt acqua al giorno.esame citologIco urine riporta diagnosi di presenza macrofagi cellule basse vie e isolate cellule epiteliali con atipiè nucleari di grado lieve. E consigliabile fare un fish test presso il cdi di Milano eventualmente.o fare urotac o cistoscopia.premetto che ho 55 anni non ho disturbi di Minzione e la prostata e nella norma.gli episodi di ematuria avvenivano solo con la prima Minzione.sono 15 gg che sono a riposo e le urine sono noreali. Un consiglio medico su eventuali controlli.in attesa di cortese risposta.


Leggi la risposta >>


ho un calcolo grande e mi ha portato anche un ingrossamento prostata

Argomento: Calcoli renali e vescicali

Domanda

dopo un po di cura il flusso urinario e cuasibene pero avvolte mi brucia e devo prendere un po di antibiodici la ringrazio


Leggi la risposta >>


Esami da fare?

Argomento: Ematuria, esame citologico delle urine, cistoscopia

Domanda

Episodi di ematuria dopo corsa.fatti esami e ecografia tt negativo.esame del sedimento urinario Tracce di emoglobina e emazie a 16po' Dopo 7 gg ripetuti esami con emazie scese a 14 .sono a riposo da sport e bevo 2 lt acqua al giorno.esame citologIco urine riporta diagnosi di presenza macrofagi cellule basse vie e isolate cellule epiteliali con atipiè nucleari di grado lieve. E consigliabile fare un fish test presso il cdi di Milano eventualmente.o fare urotac o cistoscopia.premetto che ho 55 anni non ho disturbi di Minzione e la prostata e nella norma.gli episodi di ematuria avvenivano solo con la prima Minzione.sono 15 gg che sono a riposo e le urine sono noreali. Un consiglio medico su eventuali controlli.in attesa di cortese risposta.


Leggi la risposta >>


perdite ematiche

Argomento: Ematuria, esame citologico delle urine, cistoscopia

Domanda

Salve, sono una ragazza di 27 anni e da qualche anno, dopo un infezione da stafilococco aureo alle vie urinarie prontamente curato e risolto, ho saltuariamente piccole perdite ematiche. Mi sono sottoposta più volte a pap test, tamponi vaginali e cervicali e ho anche fatto l'isteroscopia ma non è mai emerso nulla fortunatamente. Non ho infezioni né sangue nelle urine; le perdite le riscontro solo osservando gli slip. Sinceramente nessun dottore, dopo tutti i soldi spesi in questi anni, ha capito a cosa siano dovute. Secondo voi da cosa potrebbero essere provocate? A quali esami mi dovrei sottoporre? Aggiungo, infine, che dal 2013 ho la rettocolite ulcerosa (non so se questo possa influire in qualche modo). grazie


Leggi la risposta >>


perdite ematiche

Argomento: Ematuria, esame citologico delle urine, cistoscopia

Domanda

Salve, sono una ragazza di 27 anni e da qualche anno, dopo un infezione da stafilococco aureo alle vie urinarie prontamente curato e risolto, ho saltuariamente piccole perdite ematiche. Mi sono sottoposta più volte a pap test, tamponi vaginali e cervicali e ho anche fatto l'isteroscopia ma non è mai emerso nulla fortunatamente. Non ho infezioni né sangue nelle urine; le perdite le riscontro solo osservando gli slip. Sinceramente nessun dottore, dopo tutti i soldi spesi in questi anni, ha capito a cosa siano dovute. Secondo voi da cosa potrebbero essere provocate? A quali esami mi dovrei sottoporre? Aggiungo, infine, che dal 2013 ho la rettocolite ulcerosa (non so se questo possa influire in qualche modo). grazie


Leggi la risposta >>


ematuria e prostatovescicolite

Argomento: Ematuria, esame citologico delle urine, cistoscopia

Domanda

Gentile dottore, ho avuto due episodi di macroematuria a distanza l'uno dall'altro di due settimane, sempre dopo esercizio fisico; un esame delle urine fatto ad alcuni giorni di distanza dal primo non ha rilevato emazie; oltre all'ematuria rilevati alti leucociti. Urinocoltura fatta nel primo caso negativa, ma uscivo da 6 giorni di clavulin. Altri sintomi, che ho da diverso tempo: saltuario bruciore minzionale, urgenza e frequenza (specie nicturia, ma non solo). Le ecografie (addome completo e transrettale) hanno rilevato prostatovescicolite cronica da congestione di vecchia data, e nient'altro. Sto aspettando l'esito dell'esame citologico su 3 campioni. Volevo intanto capire se la prostatovescicolite riscontrata potrebbe essere da sola la causa dell'ematuria e degli altri sintomi, o no. grazie infinite


Leggi la risposta >>


RIF. ALLA PRECEDENTE DOMANDA

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

Egregio dottore, mi scusi devo aggiungere alla precedente domanda che è un T-74000 M-81203 MGM. Sicuramente questi fattori sono importanti,grazie ( sempre per capire la stadazione ed il grado )...Grazie


Leggi la risposta >>


CISTECTOMIA,STADIO E GRADO

Argomento: Cistectomia, tumori della vescica

Domanda

Buongiorno dottore, mio marito 41 anni, ci potete dire in poche parole che cosa significa questo? Lesione esofitica della vescica:plurimi frammenti il maggiore di 1,5cm (A) Base d'impianto: plurimi frammenti il maggiore di 0,8cm (B) Biopsia dell'uretra:due frammenti il maggiore di 0,7cm (C) Diagnosi: A,B)Carcinoma uroteliale papillare e solido di alto grado infiltrante il connettivo sottoepiteliale e la tonaca muscolare propria. C)Frammento (uno) di tessuto leiomuscolare privo di rivestimento uroteliale e infiltrato da carcinoma uroteliale.Ulteriore frammento di uretra prostatica esente di alterazioni. Le chiedo cortesemente se mi puo aiutare, abbiamo capito che è un G3 ( se ho capito bene ) però nn riesco a capire se è un T1 oppure t2..3..4... Lei mi puo aiutare gentilmente, ci è stato proposto di fare un ciclo di 4 di chemio per poi per capire se fanno una rsenzione radicale oppure solo vescicale,lei che cosa ne pensa. Grazie di cuore!


Leggi la risposta >>


MARCATORE PSA

Argomento: Marcatori della prostata e PSA

Domanda

SALVE HO 44 ANNI E HO PSA TOT A 2.26 MENTRE VALORE MASSIMO DEL LABORITORNO È 1.7 MI DEVO PREOCCUPARE?FARE VISITA?


Leggi la risposta >>


Esame urologico per valore PSA alto

Argomento: Marcatori della prostata e PSA

Domanda

Salve, ho quasi 48 anni e un mese fa feci l'esame del sangue che mi indicò un valore del PSA pari a 4,98. Gli esami ecografici e rettali dell'urologo non riscontrarono anomalie gravi se non una prostata aumentata di x 1,5. Une settimana di ciproxin e rifeci l'esame del sangue: il nuovo valore è 4,48 (PSA Libero 0,905). L'urologo mi dice di effettuare biopsia prostatica. Lei cosa ne pensa, Dottore?


Leggi la risposta >>


Risultato biopsia prostatica

Argomento: Biopsia prostatica, tumori della prostata, prostatectomia radicale

Domanda

Buonasera. Ho già scritto qualche mese fa. Ho effettuato la biopsia ai primi di ottobre.Questi i risultati: adenocarcinoma a cellule acinari del lobo destro(in 1 su 4 cilindri). Score di Gleason 7 (4+3). La neoplasia è presente in 1 su 26 cilindri. GPC 15% TPC0,57%. Esplorazione rettale digitale negativa. PSA 5,8 con rapporto libero/totale 12. Non so se ho fornito tutti gli elementi necessari. Mi hanno proposto la radioterapia o l'asportazione della prostata come soluzioni equivalenti.Qual'è la scelta migliore?Al momento sto effettuando per 6 mesi una Sorveglianza Attiva (PSA ogni 3 mesi e Biopsia fra 6 mesi; è rischiosa questa attesa? Attendo un Vostro parere. Grazie


Leggi la risposta >>


Pagina 13 di 87, 25 elementi su 2172 totali (301 - 325)

| 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 |

Partner di Acqua Vitasnella

SIU LIVE 2017

Portale FAD SIU

Fondazione SIU

FutUro

Urologo Risponde

Trova Urologo

Opuscoli Informativi per i Pazienti

Urologia in Italia

UroWiki

Certificazione ISO

ECM provider numero

Pianeta Uomo