Entra in Area Pazienti Pagina Facebook della Siu Pagina Twitter della Siu

Sei in: Medico Risponde

Stampa

Medico Risponde

operato di turv

Argomento: Prolassi vescicali ed uterini, esame urodinamico

Domanda

operato di turv il 05 02 2015 esito della biopsia carcinoma trasizionale papillifero di alto grado scc.who 2004(gradoIII sec senza infiltrazioni.rioperato il 23 07 2015 di turv.esito biopsia carcinoma a cellule transizionalia crescita papillifera di baso grado sec.who-isup 2004 la neoplasia infiltra il connettivo sub uroteliale..Domanda sono peggiorato e devo preoccuparmi??ho bisogno di un oncologo??il mio urologo nn mi dice nulla in merito...GRAZIE!!!purtroppo la contatto di nuovo xke' nn credomi abbiate risposto al primo mio mess,il medesimo mess.che scrivo adesso.scusandomi x il disturbo arrecatovi...GRAZIE!!


Leggi la risposta >>


dovrò sottopormi ad intervento chirurgico?

Argomento: Prolassi vescicali ed uterini, esame urodinamico

Domanda

Buongiorno ho fatto una visita privata dall'urologo mi ha riscontrato una calcificazione in alto alla vescica poichè il problema sta nell'urinare 20 volte al giorno ma pochissimo mi ha prescritto un'esame urodinamico invasivo il quale dava come risultato: vescica iperattiva ostruita mi prescrive il betmiga 25mg. per un mese ne ho assunte 13 fino ad oggi ma nessun miglioramento e sono passati mesi che soffro in continuazione, per poter urinare devo far pressioni per poter riempire e rilasciare ho 54 anni grazie Dottore


Leggi la risposta >>


attività fisica dopo intervento prolasso vescicale_anale con incontinenza

Argomento: Prolassi vescicali ed uterini, esame urodinamico

Domanda

Chiedo cortesemente , quale attività fisica è la piu idonea dopo un intervento di prolasso vescicale e di incontinenza..ci sono pareri contrastanti, acqua gim ,piscina,ginnastica dolce,, pilates....grazie 1000 Maiellaro grazia


Leggi la risposta >>


prolasso vescicale e stent urinario per incontinenza

Argomento: Prolassi vescicali ed uterini, esame urodinamico

Domanda

Gentile Dottore, ho 55 anni ho subito 2 interventi lo scorso anno prolasso vescicale e uno stent per l'incontinenza. Interventi riusciti bene, infatti no ho avuto conseguenze di nessun genere. Le chiedevo posso ora condurre una vita normale, ? posso riprendere le mie lunghe passeggiate in bicicletta? Ci sono delle limitazioni per palestra o simili.la ringrazio di cuore....distinti saluti Grazia Maria Maiellaro


Leggi la risposta >>


Prolasso vescicale

Argomento: Prolassi vescicali ed uterini, esame urodinamico

Domanda

60 anni, dializzata, imponente policistosi epato-renale. Da tac, tutti organi addominali "schiacciati". Eseguita uretrocistografia, per inserimento lista trap.rene. Ok svuotamento, ma riscontro di cistocele. Io sono asintomatica, da un anno diuresi azzerata, e poi la pressione sui visceri.. Penso quasi naturale quanto trovato. Posso eseguire "pipi stop" anvhe se, non urinando, non somdifferenziare muscoli uretra da perianali. O cimsono altrinesercizi da fare? Grazie Maria angela m.


Leggi la risposta >>


calcoli renali

Argomento: Prolassi vescicali ed uterini, esame urodinamico

Domanda

Buonasera dott., ho due calcoli al rene destro di 8mm, quando sono in piedi e cammino ho dolori forti come se avessi una colica renale perché mi prendono i tipici dolori di una colica (dolore alla gamba, alla schiena in basso a destra e all inguine) quando sono sdraiata invece mi passa tutto questo o non avverto nessun dolore, come posso risolvere questo problema?..non riesco a fare niente oltre che stare sdraiata nel letto. La ringrazio. Saluti.


Leggi la risposta >>


URS postumi

Argomento: Prolassi vescicali ed uterini, esame urodinamico

Domanda

Buongiorno, il gg 17/12/2013 ho sono stato sottoposto a URS uretere dx per litotripsia calcolo di dimensione importante. Operazione riuscita completamente, dimesso il gg seguente dopo notte con CV inserito. Post operatorio tranquillo con minzioni "normali" che si alternano con minzioni con macroematuria evidente e marcata. Ora, a distanza di ormai 12 gg ho ripreso minzioni con macroematuria ed espulsioni (a volta con grande fatica!) di coaguli di varie dimensioni. Domanda: può essere considerato tutto ciò un decorso "normale o plausibile" alla manovra certo invasiva subita con URS? Anche a distanza di così "tanto" tempo? Grazie. Edoardo (anni 46)


Leggi la risposta >>


Sangue nelle urine dopo una settimana dall'ureterolitolapassi

Argomento: Prolassi vescicali ed uterini, esame urodinamico

Domanda

Gentile dottore, sono stato operato di calcolosi renale; l'intervento è andato bene, dimesso son tornato a casa normalmente. Ma dopo quasi una settimana, improvvisamente ho cominciato ad urinare sangue, mi è stato detto che è normale, però sono preoccupato comunque. La terapia prescrittami è stata ciproxin 1000, orudis retard 200, lansoprazolo 30. Grazie anticipatamente


Leggi la risposta >>


trattamento dopo installamento stent ureterale

Argomento: Prolassi vescicali ed uterini, esame urodinamico

Domanda

salve,sono passati 10 gg da quando mi hanno installato uno stent ureterale e ad oggi quando faccio pipi ho fortissimi dolori tipo colica e non forti bruciori per i primi giorni come mi avevano detto i medici.mi hanno dato come terapia solo 3 buscopan al dì...ma nn hanno risolto nessun tipo di dolore...faccio pipi oltre 20 volte e per ogni volta ho fortissimi dolori lancinati stile forti coliche che durano circa 7 -8 minuti per poi rilassarsi .... la mia domanda è come posso alleviare al meglio il dolore visto che devo portare questo stent per circa 1 mese e mezzo?? ringrazio anticipatamente a tutti. cordiali saluti


Leggi la risposta >>


ureterocele SX - calcolo uomo, 48 anni

Argomento: Prolassi vescicali ed uterini, esame urodinamico

Domanda

Grazie Dr. De Sio, l'intervento comporta l'anestesia totale o è consigliabile quella parziale (locale) ? L'ureterocele inciso, si "cicatrizza" da solo (non c'é rischio che si chiuda completamente non permettendo più lo suotamento dell'urina nella vescica ? Grazie per i suoi consigli (e pazienza). Sandro


Leggi la risposta >>


calcolo renale sceso in vescica

Argomento: Prolassi vescicali ed uterini, esame urodinamico

Domanda

Ho avuto un calcolo renale di 5 mm. che ha transitato nell'uretere e una ecografia lo ha visto proprio all'ingresso in vescica alla fine dell'uretere. Non ho avuto più alcun dolore e sto bene, ma dove è andato il calcolo? Sicuramente non l'ho espulso, uso sempre un passino, e quindi ritengo sia sceso in vescica, ma da lì verrà espulso o rimarrà in vescica e quindi potrà dare altri problemi? Ringrazio moltissimo per il consiglio.


Leggi la risposta >>


ureterocele SX - calcolo uomo, 48 anni

Argomento: Prolassi vescicali ed uterini, esame urodinamico

Domanda

Grazie Dr. De Sio per le risposta. Confermo che sono asintomatico e non c'é infezione. Se il mio calcolo (che da luglio ad oggi non è aumentato di volume/misure) dovesse rimanere così, potrei secondo lei tenerlo "sotto controllo" e temporeggaire senza intervenire chirurgicamente ? Su una scala da 1 a 10 quant'é difficile l'intervento ? Grazie, Sandro


Leggi la risposta >>


ureterocele SX - calcolo uomo, 48 anni

Argomento: Prolassi vescicali ed uterini, esame urodinamico

Domanda

buonasera, a luglio '13, dopo un controllo di routine, mi è stato scoperto un calcolo nell'ureterocele SX del diametro assiale max. di 8mm (confermato dalla TAC). Premetto che non ho mai avuto e non ho alcun disturbo (dolore, disfunzione o quant'altro: niente ematuria, nessuna infezione alle vie urinarie, nessun dolore). L'approccio con il primo urologo è stato negativo (mi ha messo parecchia pressione per operarmi subito, allarmandomi/spaventandomi). Ho chiesto un 2o parere, attraverso il mio medico di famiglia (contrario all'operazione in quanto propenso a tenerlo sotto controllo) e all'inizio anche il 2o urologo la pensava così, salvo poi cambiare parere. Ho l'interveno fissato tra 2 sett. ma ho l'impressione che gli "interessi" di natura finanziaria stiano prevalendo su quelli del paziente. Abito in Svizzera ed ho una coperture sanitaria totale privata per cui sono un paziente "appetibile" rispetto a coloro che hanno una coperture comune. Grazie per il vs prezioso parere. Sandro


Leggi la risposta >>


post rimozione stent ureterale

Argomento: Prolassi vescicali ed uterini, esame urodinamico

Domanda

Mi chiedevo se, dopo avere rimosso uno stent ureterale per calcolosi ecc.ecc. Il paziente può tranquillamente andarsene a lavorare i campi? Oppure deve seguire un monitoraggio particolare , finchè la situazione non si è stabilizzata? Grazie. Cordiali Saluti.


Leggi la risposta >>


Calcolosi da topamax

Argomento: Prolassi vescicali ed uterini, esame urodinamico

Domanda

Sono in terapia con Topamax 50+50 e mi hanno detto di bere molto perchè può formare calcoli renali. Io più di tanto proprio non riesco a bere; c'è qualche altro accorgimento che potrei adottare in alternativa all'acqua? Grazie


Leggi la risposta >>


postumi espulsione calcolo

Argomento: Prolassi vescicali ed uterini, esame urodinamico

Domanda

Egregio Dottore, ho 56 anni, in data 3 giugno ho avuto una colica renale provocata da un calcolo di 6 millimetri che ho espulso il giorno successivo, dopo che si era posizionato alla fine dell'uretere vicino alla vescica e e non riusciva a scendere ( per aiutare ho preso una compressa di tamsulosina). Successivamente ho fatto le analisi del sangue ( valori regolari e PSA 0,83)e delle urine con urinocoltura ( tutto regolare nessuna infezione). Successivamente in data 21 giugno, ho fatto una visita urologica con ecografia (tutto regolare, nessun segno di sofferenza ai reni) palpazione degli organi genitali (tutto regolare)e misurazione e palpazione della prostata trans rettale (tutto nella norma, nessuna infiammazione o ingrossamento). La domanda: è normale che a tutt'oggi ( 22 luglio) abbia spesso un leggero bruciore e fastidio all'uretra (all'interno del pene). Posso usare qualche antinfiammatorio? Le sono grato dell'attenzione e Le porgo distinti saluti.


Leggi la risposta >>


sepsi da calcolosi renale

Argomento: Prolassi vescicali ed uterini, esame urodinamico

Domanda

salve, mia madre un mese fa ha avuto una sepsi da calcolosi renale, attualmente ha un GFR di 60 ml/min e la creatinina a 1.1, dall'ultima ecografia ha evidenziato che il rene dx ha dimensioni inferiori alla norma, con diametro longitudinale di cm 8.6, parenchima di spessore conservato salvo aree di focale assottigliamento; - il rene sx ha dimensioni ai limiti inferiori della norma, con diametro longitudinale di 10 cm e spessore parenchimale conservato ad ecostruttura omeogenea. - nel gruppo caliceale inferiore del rene dx si segnala formazione litiasica con diametro di 1.3 cm - non calcoli nel sistema escrettore del rene sx; - non calico-pielectasia bilateralmente nè anomalie congenite da sindrome del giunto; - non processi espansivi parenchimali; - si segnala formazione iperecogena di 0.8 cm di diametro nel lume vescicale od in sede epimeatale. è possibile che si generi una sepsi da una cacolosi renale? per la calcolosi evidenziata dall'ultima ecografia come si può procedere?


Leggi la risposta >>


urolitiasi recidivantecalcolo pluriciclico clice inferiore sn cm.1.4

Argomento: Prolassi vescicali ed uterini, esame urodinamico

Domanda

quale terapia


Leggi la risposta >>


si possono bombardare?

Argomento: Prolassi vescicali ed uterini, esame urodinamico

Domanda

vi invio la risposta della tac che ho effettuato per sapere se posso fare la litotrissia extracorporea grazie: Reni di dimensioni nei limiti con modesta riduzione del rapporto cortico-midollare a sinistra.Nel contesto del gruppo caliceale inferiore del rene di sinistra si osserva concrezione litiasica "a stampo" di circa 21 mm.Ulteriore concrezione litiasica di circa 21 mm, si localizza a livello della pelvi renale,sempre a sinistra che si associa a dilatazione della pelvi renale, del gruppo caliceale superiore e del terzo prossimale dell'uretere con disomogeneità del tessuto adiposo adiacente a tali livelli. A carico della regione corticale del rene di destra si osserva una formazione ipodensa di circa 31 mm di aspetto cistico. Presenza di spot iperdensi di verosimile significato microlitiasico a carico del rene di destra.


Leggi la risposta >>


calcolo nell'uretere ed ematuria

Argomento: Prolassi vescicali ed uterini, esame urodinamico

Domanda

Mi scuso per il disturbo, vi ho già scritto settimana scorsa, dopo la cura di antibiotici più un integratore di citrato e bicarbonato di potassio, continuo ad avere dolori al rene, e in più x circa 12 ore ho un ematuria, sono riandata al pronto soccorso, ma un altro urologo mi ha prescritto oki e buscopan, continuo ancora ad avere dolore ed ematuria, è possibile che è il calcolo sia sceso nella vescica, è probabile in questo caso presenza di sangue nell'urina? sono molto preoccupata e mi sento debole, vi ringrazio in anticipo per i vostri consigli


Leggi la risposta >>


Calcolo nell'uretere

Argomento: Prolassi vescicali ed uterini, esame urodinamico

Domanda

Salve, avrei bisogno di un vostro consiglio. Ho 24 anni e 3 settimane fa ho avuto delle coliche renali e quindi mi hanno riscontrato un calcolo di 7 mm nell'uretere,mi hanno prescritto antibiotici più un integratore di citrato e bicarbonato di potassio. ma ancora adesso non riesco ad espellere questo calcolo, sto bevendo 2 litri di acqua liscia al giorno,ho fatto altri controlli 2 giorni fa e il mio urologo mi ha detto che questo calcolo sta scendendo,ma ora sono molto preoccupata perché dovrei iniziare a lavorare e ho paura di avere qualche altra colica, visto che faccio l'assistente di volo, quindi mi potrebbe capitare in volo! vi prego se potete consigliarmi qualche rimedio? Vi ringrazio in anticipo!


Leggi la risposta >>


calcoli renali

Argomento: Prolassi vescicali ed uterini, esame urodinamico

Domanda

è possibile che da 6 anni a questa parte mi vengono le coliche renali tutti i mesi? premetto che mi hanno gia bombardato operata messo uno stent ma tutto senza risultati possibile che non ci sia una cura per questi cristalli ? grazie


Leggi la risposta >>


possibilita di espellere una calcolo renale

Argomento: Prolassi vescicali ed uterini, esame urodinamico

Domanda

ho 54 anni e soffro di calcolosi renale da molto tempo, ad intervalli di 5-6anni ho espulso dei calcoli di dimensioni variabili dai 3 ai 7mm spontaneamente, adesso ho avuto una colica renale molto forte e dalla diretta reni risulta una idronefrosi dx di II grado per due calcoli impilati di 10mm e 5mm nel tratto distale dell'uretere. Sono passati 10 giorni dalla diretta reni e le coliche sono scomparse ma ho un forte peso sulla vescica, la domada e' ci sono possibilita' di espellere i calcoli spontaneamente? e c'e' possibilita' che essi ostruiscano il passaggio dell'urina? nel caso ci sia ostruzione dovrei avere difficolta' ad urinare? al momento sto bevendo circa 2 litri di acqua al giorno a stomaco vuoto e nel corso della giornata e non ho difficoltà nella minzione a parte sentire "pungere" e un po' di bruciore (ho per questo, su consiglio del medico di famiglia, preso un disinfettante) infine puo' aiutarmi prendere delle compresse come il rilatin? grazie infinite


Leggi la risposta >>


dieta per prevenire calcoli e gotta

Argomento: Prolassi vescicali ed uterini, esame urodinamico

Domanda

Buongiorno. Vorrei chiedere gentilmente quale dieta seguire in caso di eccesso di acido urico, per prevenire futuri problemi di calcoli renali e di gotta. Su internet trovo indicazioni contraddittorie riguardo ad alcuni alimenti, quali le leguminose, il succo di limone, il sedano e altre verdure. Mi è chiara la questione sulla carne, che va ridotta nella dieta, ma non mi è chiaro il ruolo del calcio nella formazione dei calcoli da ossalato. Potreste darmi delle indicazioni generali? Anche su quale acqua bere e quanta? Vi ringrazio anticipatamente! Federica


Leggi la risposta >>


trattamento per calcoli renali

Argomento: Prolassi vescicali ed uterini, esame urodinamico

Domanda

Salve, mi permetto di farle una domanda approfittando della Sua gentilezza. allora, circa 2 mesi fa ho avuto una colica renale al rene sx. colica conclusa con l'espulsione naturale del calcolo di circa 5 mm. durante gli accertamenti nel pronto soccorso dove sono andato, hanno visto che anche a destra avevo un calcolo, questa volta di 8 mm. mi hanno consigliato un trattamento di litotrissia con degli impulsi che dovrebbero sgretolare il calcolo. ora, mi hanno detto anche che questo non è un trattamento invasivo.. ma mi hanno anche detto che potrebbe avere delle complicazioni perche può causare un "ematoma al rene". la cosa mi ha allarmato. che rischi si corrono in tal caso? ci sono altri rischi? grazie.


Leggi la risposta >>


Pagina 1 di 2, 25 elementi su 27 totali (1 - 25)

<< precedente | 1 | 2 |

Partner di Acqua Vitasnella

SIU LIVE 2017

Portale FAD SIU

Fondazione SIU

FutUro

Urologo Risponde

Trova Urologo

Opuscoli Informativi per i Pazienti

Urologia in Italia

UroWiki

Certificazione ISO

ECM provider numero

Pianeta Uomo