Entra in Area Pazienti Pagina Facebook della Siu Pagina Twitter della Siu

Sei in: News > News

Stampa

Può esserci un protocollo per la sorveglianza attiva anche per i tumori prostatici a rischio intermedio?

Pubblicato il 17/03/2015 - inserito da Siu Amministratore - visto 431 volte

Un nuovo studio suggerisce che forse un numero ancora maggiore di uomini possono essere trattati con un protocollo di sorveglianza attiva. Attualmente la sorveglianza attiva è disponibile per gli uomini con un tumore a basso rischio, tuttavia quest’ultima puotrebbe essere estesa anche a uomini con un tumore a rischio intermedio. Nello studio in questione i pazienti non sono stati trattati con un protocollo di sorveglianza attiva, bensì sono stati paragonati i dati in uno studio di coorte di circa 4000 pazienti con tumore a basso rischio e i dati di circa 1600 pazienti con tumori a rischio intermedio tratti con brachiterapia. I risultati mostrano che tra i due gruppi non vi alcuna differenza significativa in termini di mortalità cancro-specifica.

http://oncology.jamanetwork.com/article.aspx?articleid=2118571