Entra in Area Pazienti Pagina Facebook della Siu Pagina Twitter della Siu

Sei in: News > News

Stampa

La crisi colpisce la libido italiana

Pubblicato il 09/08/2013 - inserito da Siu Amministratore - visto 871 volte

 Secondo uno studio la crisi economica sarebbe all'origine di disturbi sessuali che colpiscono 16 milioni d'italiani

La libido degli italiani si sta progressivamente sgonfiando. La causa? La crisi economica. Lo segnala uno studio commissionato dalla Società italiana d’Urologia (SIU) e l’Associazione dei ginecologi ospedalieri italiani (AOGOL) che indica che più di 16 milioni d’Italiani, uomini e donne, sono vittima di disfunzioni sessuali di varia natura. La crisi economica e le sue conseguenze (preoccupazioni, disoccupazione, incertezza) sarebbero all’origine del fenomeno.

"Di colpo la crisi rimette in questione il ruolo dell’uomo nella coppia. Oltre a questo, le pubblicità che si avvicinano sempre più a dei soft-porno riducono il desiderio e le capacità sessuali dell’uomo" – spiega Vincenzo Mirone, segretario generale della SIU.

Lo studio rivela che circa 8 milioni di uomini italiani soffrono di problemi erettili, eiaculazione precoce e perdita di desiderio. Fra le donne, 4 milioni soffrono d’anorgasmia, un milione di vaginismo e due milioni e mezzo hanno meno voglia di fare sesso.

Di fronte a queste cifre, ginecologi e urologi chiedono al governo di istituire un servizio pubblico per la salute di coppia, che sarebbe un prima in Europa. I promotori della riforma hanno già sperimentato centri d’urgenza a Napoli e nei prossimi mesi dovrebbero aprirne altri a Roma, Milano e Palermo.

 

Fonte: www.ticinonews.it