Entra in Area Pazienti Pagina Facebook della Siu Pagina Twitter della Siu

Sei in: News > News

Stampa

Antidolorifici oppiacei sul lungo termine e disfunzione erettile

Pubblicato il 26/06/2013 - inserito da Siu Amministratore - visto 773 volte

Fare un uso prolungato nel tempo di antidolorifici per il mal di schiena incrementa la probabilità di soffrire di disfunzione erettile.
I ricercatori del Kaiser Center for Health Research in Portland hanno analizzato i dati relative a 11327 uomini in cura da almeno 6 mesi a causa del mal di schiena. Ne è emerso che gli uomini più anziani che hanno assunto per più mesi oppiacei per curare il loro mal di schiena, a parità di altri fattori di rischio, sono stati quelli che più degli altri hanno fatto ricorso all’utilizzo di farmaci per la cura della disfunzione erettile. L’uso degli oppiacei soprattutto per periodi prolungati insieme all’uso di farmaci sedativo‐ipnotici, alla depressione e all’età può essere responsabile di disfunzione erettile e quindi, quando si intraprende una terapia con oppiacei è necessario tener conto anche di questa variabile.

 

Fonte: Deyo, Richard A. et al. Prescription Opioids for Back Pain and Use of Medications for Erectile Dysfunction. Spine. 38(11):909‐915, May 15, 2013.