Entra in Area Pazienti Pagina Facebook della Siu Pagina Twitter della Siu

Sei in: News > Primo piano

Stampa

Il Premio al merito va all'urologo Cosciani

Pubblicato il 06/05/2013 - inserito da Siu Amministratore - visto 1746 volte

Come ogni anno, durante l'assemblea, sono stati assegnati i premi dell'Ordine. A Lorenzo Zanini e Alberto Magni è andata la borsa di studio intitolata a Giuliano Cozzaglio. Sono due specializzandi in Medicina generale impegnati nel progetto Ambulatorio Governance, sperimentazione di un ambulatorio integrato per intercettare malati cronici con indicatori di salute non a target. ALL'ASSOCIAZIONE «Camper emergenza» è andato il riconoscimento nel nome di Emanuela Proto del Rotary club Brescia Sud est Montichiari, mentre il premio del «Movimento per i diritti del malato» non ha trovato risposta alle richieste del bando. A sorpresa, anche per lui, il Premio al Merito per la professione è andato a Sergio Cosciani, fondatore della Scuola di Urologia bresciana, già direttore della Clinica universitaria della Statale. Quando è stato pronunciato il suo nome è scattata la standing ovation della platea, in piedi a ringraziare il triestino giunto a Brescia trent'anni fa. Il professore è rimasto commosso, dicendosi grato alla città che lo ha accolto e all'ospedale civile “con il suo alto livello di specializzazione”. A passare il testimone ai 169 neofiti è stato chiamato il dottor Ernesto Bonera, classe 1929, che ha ricordato la figura scomparsa del medico condotto che si faceva le ossa sul campo. «Io sono della vecchia generazione- ha riferito- ma ancora oggi, in ambulatorio, le mie visite durano un'ora e più, perché è così che si capisce il paziente fino in fondo». E un altro messaggio è arrivato a chi sta per mettere il camice. «Ricordatevi che conta il rapporto uomo malato/uomo medico. Se non siamo più il signor dottore, il rischio è il venir meno della fiducia e della forza che noi possiamo infondere e d'altro canto dobbiamo essere aperti e disponibili».  MA.BIG.

 

Fonte: www.Bresciaoggi.it