Entra in Area Pazienti Pagina Facebook della Siu Pagina Twitter della Siu

Sei in: News > News

Stampa

Un nuovo farmaco contro la vescica iperattiva

Pubblicato il 12/03/2013 - inserito da Siu Amministratore - visto 1036 volte

Un recente studio effettuato contemporaneamente in differenti centri europei ha dimostrato l’esistenza di un nuovo indirizzo terapeutico in ambito urologico. Di fatto i ricercatori hanno indagato nuovi approcci nel trattamento della vescica iperattiva, condizione in cui contrazioni involontarie non inibite della muscolatura vescicale, causano un improvviso e irresistibile bisogno di urinare con episodi d’incontinenza urinaria e possibili fughe improvvise di urina. La nuova terapia descritta dallo studio consiste nell’utilizzo di un inibitore dei recettori beta3-adrenergici; questi recettori sono molto presenti nella muscolatura vescicale e dipende dalla loro attività la regolazione neurologica vescicale ed il rilassamento della muscolatura della stessa. Ad oggi il ruolo principale nella farmacoterapia della vescica iperattiva è ricoperto dagli antimuscarinici, farmaci che però sono limitati da alcuni importanti effetti collaterali quali secchezza delle fauci, costipazione e Alterazioni della vista. Nello studio il nuovo principio attivo che si chiama Mirabegron, confrontato con placebo e con un farmaco antimuscarino come la Tolterodina, ha mostrato di determinare miglioramenti più significativi per quanto riguarda soprattutto la media giornaliera degli episodi d’incontinenza urinaria e delle minzioni giornaliere medie. Allo stesso tempo tale farmaco ha mostrato un ridotta incidenza di efetti collaterali negativi. Questo studio clinico di fase III del nuovo farmaco, ha dato il via libera alla commercializzazione dello stesso, ed ora è necessaria una farmacovigilanza post-marketing, come elemento fondamentale per ottenere una miglior conoscenza della sua sicurezza terapueutica.

 

Fonte: www.sciencedirect.com