Entra in Area Pazienti Pagina Facebook della Siu Pagina Twitter della Siu

Sei in: News > News

Stampa

Donne dominanti e troppo esigenti: in crisi un under 40 su due

Pubblicato il 29/05/2012 - inserito da Siu Amministratore - visto 922 volte

Le conseguenze si riflettono anche sulla vita sessuale della coppia.

 

E le sigarette aumentano il rischio di disfunzioni Le donne chiedono sempre di più: uomini “perfetti” sia a casa sia sul lavoro, ma questa pretesa si abbatte come un macigno sui loro partner, mandando letteralmente in crisi un under-40 su due. E le conseguenze si riflettono anche sulla vita sessuale della coppia, con un aumento della tensione per lui che, soprattutto se si assumono farmaci per problemi di disfunzione erettile, rende anche i preliminari del rapporto un «momento critico» e fonte di ansia da prestazione.

 

L’INDAGINE - A fotografare la crisi dell'uomo moderno è l'indagine online “Satisfacts”, condotta in sei Paesi tra cui l'Italia, su 6.315 uomini tra 18 e 75 anni, con o senza problemi erettili. La ricerca è stata presentata a Taormina in occasione del Congresso nazionale congiunto della Società italiana di contraccezione e della Federazione italiana di sessuologia scientifica. Secondo l'indagine, il 30% degli italiani pensa che la donna sia sempre più dominante nella coppia. Inoltre, per i sempre più numerosi uomini con problemi erettili, anche la fase dei preliminari nel rapporto intimo rappresenta una inedita fonte di preoccupazione: «In questi uomini - afferma la psicosessuologa Chiara Simonelli, presidente della European Federation of Sexology - sopraggiunge cioè una nuova ansia da prestazione che anticipa e si somma a quella del rapporto vero e proprio».

 

SIGARETTE NEMICHE DEL SESSO - Le “bionde” sono nemiche del sesso, almeno per lui. Gli uomini fumatori che consumano, infatti, un pacchetto di sigarette al giorno per 20 anni, presentano un rischio di disfunzione erettile superiore del 60%. Il fumo nei maschi rappresenta dunque il più forte fattore predittivo di difficoltà di erezione da danno vascolare. Ogni sigaretta infatti, spiegano gli esperti, limita per 4 ore l'afflusso di sangue al pene, ed i danni si determinano nel lungo periodo. Al contrario, avvertono gli specialisti, uno stile di vita sano, con una adeguata alimentazione ed una sufficiente attività fisica, aiuta a prevenire l'insorgenza della disfunzione erettile. Bocciate, dunque, abitudini non salutari come appunto il fumo (dannoso per i vasi sanguigni), l'alcol (che svolge un ruolo deleterio sia sulla capacità sessuale sia sulle fertilità, minando la qualità degli spermatozoi) e l'uso di droga (che possono causare impotenza, eiaculazione precoce e inibizione dell'orgasmo).

 

ALIMENTAZIONE - Fondamentale è anche il ruolo dell'alimentazione, dal momento che l'aumento dei lipidi e del colesterolo nel sangue, il diabete e l'ipertensione sono fattori associati alla difficoltà di erezione, così come l'obesità. Il consiglio è, quindi, di limitare i grassi (soprattutto quelli di origine animale), gli zuccheri a rapido assorbimento e il sale. Infine, è importante l'attività fisica: anche solo 30 minuti di movimento al giorno, affermano gli specialisti, consentono di protrarre a lungo la possibilità di avere rapporti sessuali.

 

FONTE: CORRIERE DELLA SERA