Entra in Area Pazienti Pagina Facebook della Siu Pagina Twitter della Siu

MY SIU N° 8 - 09/05/2016

  MY SIU
09.05.2016

My SIU: News dal Comitato Esecutivo
Condividere proposte e progetti per rendervi partecipi del lavoro che viene svolto da tutti i membri del CE-CS e gruppi di lavoro, è il nostro obiettivo. Solo così potrete capire dove sta andando la SIU e l’impegno che insieme stiamo profondendo per renderla la ‘casa’ di tutti. Per questo da maggio la SIU invierà ai soci una mail per informarvi sulle principali iniziative in corso. Non perdetevi questa opportunità. E’ un modo per camminare insieme.

   Sommario

Il prossimo Congresso SIU a Venezia: tutto sulla prevenzione

La SIU aspetta tutti i suoi soci a Venezia nei giorni 15 -18 ottobre 2016. Durante il congresso si alterneranno letture magistrali, tavole rotonde e corsi educazionali, che affronteranno i temi più importanti dell’urologia, con speciale attenzione al ruolo crescente della prevenzione e personalizzazione della terapia. Verranno effettuati in diretta interventi chirurgici laparoscopici, robotici ed endoscopici delle basse e alte vie urinary. Vi saranno key opinion leaders della Europen Association of Urology (EAU) e della American Urological Association (AUA). Non mancheranno sessioni hands on su laparoscopia, robotica, endourologia e biopsia prostatica con tecnica di fusione d’immagini. Il numero di contributi scientifici pervenuti è il più elevato degli ultimi anni e quindi molte saranno le sessioni poster e video.

 

Il Senato degli Specializzandi

C’è un modo di fare le cose, poi semplicemente arriva qualcuno, e le cambia”. Questa frase riassume e giustifica tanti progressi e cambiamenti che hanno caratterizzato la nostra disciplina in questi ultimi anni. Il Senato degli Specializzandi non è nulla di più di una reazione spontanea ad una esigenza che da tanto si sentiva, quella di andare oltre la semplice realtà locale. Sono sempre stato convinto che la chiave di volta per una formazione di eccellenza sia la condivisione (idee, informazioni, mezzi, persone etc) e di questa stessa idea era anche il collega Giorgio Ivan Russo con il quale abbiamo contattato i rappresentanti americani in seno all’AUA, Ben Ristau e Michael Johnson. Tante volte le cose iniziano proprio così, facendole! Con la soddisfazione e l'orgoglio di tutto il Senato annunciamo la nascita della partership AUA-SIU con lo scopo di creare speciali benifit per i soci delle due società e di instaurare una collaborazione che abbia i seguenti obiettivi:

- garantire una presenza fissa ai congressi nazionali delle rispettive società da parte della componente specializzandi e di proseguire con i progetti AUA residents forum e SIU residents summer school.

- creare e/o implementare l'attività di ricerca tra i nostri due Paesi.

- dedicare spazi riservati per la pubblicazione di articoli divulgativi da parte degli specializzandi delle due società su AUA news e Futuro.

- creare collaborazioni internazionali e opportunità di fellowship.

L'aver "ri-scoperto" l'America è solo uno dei tanti passi che stiamo facendo per rendere l'urologia italiana sempre più internazionale e rendere la formazione italiana non solo competitiva ma aperta a tutti i centri che possano offrirci nuovi modi e mezzi per crescere.

 

Il progetto SIU - Bocconi procede

In occasione del prossimo congresso a Venezia verrà presentato lo stato dell'arte delle reti sanitarie con particolare riguardo a possibili applicazioni in ambito urologico, cercando di traslare la teoria alle applicazioni pratiche e analizzando alcune delle soluzioni regionali già adottate o in via di implementazione. La costruzione di PDTA urologici è una priorità, già attivata in alcune regioni nell'ambito delle reti oncologiche. L'obiettivo è quello di costruire a breve modelli generali di PDTA urologici traducibili a livello locale. La corretta compilazione delle SDO è un momento critico ai fini della valorizzazione delle nostre attività: un gruppo di lavoro è finalizzato a fornire gli strumenti per agevolare questo processo amministrativo fondamentale per il riconoscimento del valore della nostra disciplina.

 

Ancora grandi riconoscimenti agli Italiani durante il Congresso EAU

Il 31esimo Congresso della European Association of Urology si è tenuto dall' 11 al 15 Marzo a Monaco, ed è stato, senza dubbio, l’evento urologico più importante dell’anno. Sono stati ben 643 gli urologi italiani presenti, 199 gli abstracts italiani accettati e presentati e 53 le sessioni che prevedevano il coinvolgimento di un esperto italiano. Il Presidente della Nostra Società, Walter Artibani, è stato insignito della più alta onoreficenza della Società Europea: il "Willy Gregoir Award". Alberto Briganti, Membro del Comitato scientifico, è stato premiato con il Cristal Matula Award, premio assegnato al più promettente urologo Under 40.

 

Progetto URO OBJECT e IDIPHARMA in itinere

Cari colleghi, vi ricordiamo che la deadline per presentare i risultati dello studio “best URO-OBJECT 2016 post-hoc analysis” è fissata al 15 Giugno 2016. Il premio per il vincitore consiste in un soggiorno studio e verrà consegnato in occasione dell’89° Congresso SIU che si terrà a Venezia nel 2016. Non dimenticate inoltre che per il 5 Settembre 2016 è fissata la scadenza per l’assegnazione da parte della IDIPHARMA di tre borse di studio destinate ai migliori lavori originali ed inediti che contribuiranno allo sviluppo delle conoscenze sull’efficacia del Deprox® 500 nelle prostatiti abatteriche e nel dolore pelvico cronico. Per maggiori informazioni potete visitare il sito della SIU.

 

I nuovi corsi "Robotic Top Gun"

Abilità non tecniche e strumenti pratici contro l'errore.

Abilità non tecniche e strumenti pratici contro l'errore. E' da tempo riconosciuto in ambito di aviazione che la maggior parte degli incidenti è conseguente ad errore umano e non a errori tecnici. Ciò ha portato alla sperimentazione e alla applicazione delle così dette abilità e competenze non tecniche con un netto miglioramento della sicurezza in volo. Molti dei concetti sono stati trasferiti ad attività rischiose (come le centrali nucleari o l'industria petrolifera) e sono trasferibili alla attività chirurgica in generale, e in particolare a quelle procedure che utilizzano tecnologia complessa. I corsi sono finalizzati a implementare la cultura della gestione del rischio in sala operatoria attraverso la conoscenza delle abilità non tecniche e di quegli accorgimenti pratici che possono migliorare la consapevolezza della situazione, la comunicazione, il lavoro di gruppo, la leadership e la capacità decisionale. Strumenti come briefing e debriefing, safety reporting, check list, identificazione degli eventi sentinella e "no blame policy" possono diventare parte integrante della nostra attività chirurgica quotidiana a vantaggio del paziente e del chirurgo. Partecipa e, grazie alla passione didattica di comandanti dell'aviazione, saprai come diventare un "Surgical Top Gun".

 

Via Giovanni Amendola, 46 00185 Roma Tel.: 0686202637 Fax: 0686325073 Web: www.siu.it

Seguici su: Facebook Twitter Linkedin

caricamento in corso...

Letto 1475 volte